Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Mourinho-Inter: c’eravamo tanto amati

BOLOGNA, ITALY - DECEMBER 01: José Morinho head coach of AS Roma looks on at the half time break of the Serie A match between Bologna FC v AS Roma at Stadio Renato Dall'Ara on December 01, 2021 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Lo Special One oggi incontra i nerazzurri per la prima volta da quell’addio nel 2010

Redazione

Roma–Inter per Mourinho è il fuoco che arde nel petto, una cosa molto “emossionale” direbbe lui, anche se sarebbe stato peggio a San Siro, quindi per contrappasso ha scelto la vigilia fredda, la conferenza stampa annullata anzi evitata, scrive Andrea Sorrentino su Il Messaggero. Stavolta va per sottrazione, tanto il silenzio fa rumore lo stesso, e si è defilato da un proscenio che sarebbe stato solo suo per concentrarsi sulla squadra, per non darle alibi e al tempo stesso per caricarla al massimo, lo ha fatto eccome in questi giorni, le chiede un favore più Special di lui: andare oltre i propri limiti, e battere per cortesia l’Inter, la sua amata Inter, che oggi incontra per la prima volta da quell’addio nel 2010, 22 maggio, Champions appena vinta e lui che fugge dal Bernabeu, asciugandosi i lacrimoni sull’auto di Florentino Perez. Si sono tanto amati, poi a strade separate non hanno più toccato quella felicità piena, quell’aderenza perfetta l’uno dentro l’altra, quel successo assoluto, senza discussioni, da scolpire nel bronzo. Il Triplete, figuriamoci. Poi il tempo passa, addirittura 11 anni, più di quattromila giorni, e ci si ritrova. Il giorno arriva, e ci si accorge che quell’amore è diventato il ricordo di un amore, un tenero affetto, ma il fuoco non c’è più. Dell’Inter di José, unita dall’immancabile chat che pare sia ancora vivace e di recente ha sfottuto il suo condottiero ora avversario, non è rimasto nessuno, a parte Javier Zanetti, e Piero Ausilio che nel 2010 si affacciava in prima squadra da aiutante di Marco Branca: non c’è più Moratti, non ci sono più i giocatori, nemmeno la Curva è più la stessa, cambiati tutti.