Mkhitaryan resta: addio Arsenal. Zaniolo domani forse in panchina

Mkhitaryan resta: addio Arsenal. Zaniolo domani forse in panchina

L’armeno ha un accordo con Gunners per svincolarsi a partire dal 30 agosto 2020

di Redazione, @forzaroma

Micki resterà alla Roma, anche dopo la fine della stagione. Lo ha annunciato il club: esteso il prestito di Henrikh Mkhitaryan fino al termine della stagione in corso e di aver raggiunto un accordo preliminare per la permanenza del calciatore anche per il 2020-21.

L’attaccante, come riporta Gianluca Lengua su Il Messaggero, ha un contratto con l’Arsenal che scadrà a giugno 2021, ma ha trovato un accordo con i Gunners per svincolarsi a partire dal 30 agosto 2020, la Roma, quindi, lo potrà tesserare come se fosse un parametro zero. Una formula che lascia presumere che tra i due club ci possano essere in futuro degli affari di mercato e tra i maggiori indiziati c’è Justin Kluivert. Un’operazione andata in porto anche grazie al procuratore dell’attaccante classe ’89 Mino Raiola che ha assicurato al calciatore un accordo di un anno con opzione per il secondo.

Più complicata la trattativa che riguarda Chris Smalling: il difensore resterà a Trigoria fino al termine della stagione, ma l’incognita il via libera del Manchester United all’Europa League.

Intanto con l’Udinese potrebbe rientrare tra i convocati Zaniolo che ieri ha svolto il secondo allenamento completo con la squadra.  Impossibile vederlo in campo qualche minuto, ma la panchina il giorno del suo compleanno (domani compirà 21 anni) potrebbe rappresentare una carica in più per il finale di stagione.

Rientrerà in lista anche Pau Lopez,ma il polso fratturato fa ancora male e, quindi, Mirante sarà ancora una volta chiamato in causa. Non è escluso che a centrocampo il portoghese si affidi a Villar, per lui si tratterebbe della seconda partita da titolare dopo quella vinta contro il Cagliari lo scorso primo marzo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy