Milan-Roma. Ibra non c’è, Rebic ancora falso nove. Pioli carica: “È uno scontro diretto”

Milan-Roma. Ibra non c’è, Rebic ancora falso nove. Pioli carica: “È uno scontro diretto”

Lo svedese non è pronto e non andrà nemmeno in panchina

di Redazione, @forzaroma

Nel ritorno a San Siro del Milan non ci sarà Ibrahimovic, ancora fermo per infortunio, scrive Salvatore Riggio su Il Messaggero. Sembrava che lo svedese, tra giovedì e venerdì, potesse andare almeno in panchina, ma Stefano Pioli ha escluso questa opzione.

Così il tecnico rossonero “nello scontro diretto” contro la Roma si affiderà ancora una volta a Rebic falso nueve. Il croato è in questo momento il giocatore più importante del Diavolo.

Ad aiutare Rebic ci penseranno i tre fantasisti: Castillejo, Calhanoglu e Bonaventura. Lo spagnolo ha ritrovato fiducia in se stesso – e il merito è di Pioli –; il turco se riuscirà ad avere continuità nelle sue giocate, si potrà togliere altre belle soddisfazioni; l’esterno ex Atalanta è ormai vicino all’addio al Milan, ma sta dimostrando una professionalità da prendere come esempio. In questo momento particolare, sono i tre tenori rossoneri. La velocità del gioco dipende dalle loro iniziative, dalle loro idee, dai loro acuti. Si è visto a Lecce e il tecnico si spera di poterlo rivedere oggi al Meazza: “Sarà importante leggere la partita. Giocheremo con un grande caldo, dovremo dosare le forze, dovremo essere aggressivi ma essere bravi anche quando c’è da palleggiare, come fatto a Lecce, contro un avversario che ha qualità ma ci può concedere anche spazio” ha detto Pioli.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy