L’occasione di Paulo

Il tecnico giallorosso cerca la prima vittoria con una big

di Redazione, @forzaroma

L’andata di Roma-Juve ricalca a grandi linee la partita di ritorno: Fonseca ha iniziato il campionato già con la panchina traballante, ma il 2-2 condito con una convincente prestazione dei giallorossi lo fa respirare. Con un girone di Serie A alle spalle, la situazione è pressoché analoga, anche se ora il portoghese non sembra più essere così a rischio vista la vicenda Dzeko lasciata alle spalle, scrive Alessandro Angeloni de Il Messaggero. Nonostante ciò, l’ex Shakhtar è sempre stato tormentato, e accanto a lui sono aleggiati nomi illustri di sostituti, come Allegri e Sarri; non ha mai abbassato la testa. La Roma batte le piccole e non le big, ma i punti li fa con le altre e, a quanto pare, valgono lo stesso. I giallorossi sono terzi, e di quei punti ne hanno quaranta.

Dopo il caos post eliminazione dalla Coppa Italia, ora le acque si sono calmate, il mare non è più in tempesta. Tira una brezza, sopportabile. Eppure lui non riesce a godersi il momento. Domani arriva un’altra occasione, quella che può cambiarti la vita. Un successo contro la Juve lo legittimerebbe ancor di più, e non solo perché finalmente una grande sarà sconfitta, ma pure perché quel risultato lo avrà ottenuto a modo suo, ovvero con le sue scelte, con l’appoggio della società. In caso di sconfitta, perdita del terzo posto e solita rumba. Il tecnico della Roma, nonostante tutti i dubbi che lo hanno avvolto in questo anno e mezzo, ha un pregio: è l’unico, tra i suoi colleghi romanisti, ad aver vinto allo Stadium (ora Allianz) dal 2011 a oggi. Da Luis Enrique fino a Di Francesco, solo batoste.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy