La Serie A profuma di antico

La Serie A profuma di antico

Da Keita, Boateng e Vrsaljko fino a Correa e Pastore il campionato ritrova vecchi amici. Come Ancelotti

di Redazione, @forzaroma

Da una parte i ritorni per eccellenza, Criscito (Genoa) e Bonucci (Juventus), dall’altra una lunga lista di calciatori rientrati in Italia: Vrsalkjo (Inter), Correa (Lazio), Kevin-Prince Boateng (Sassuolo), Ekdal (Sampdoria), Pasalic (Atalanta), Pastore (Roma) e Keita (Inter).

L’estate 2018 verrà ricordata, scrive Eleonora Trotta su Il Messaggero, anche come quella degli affari come back. Giocatori, come Pastore e Keita, decisi ad accettare la corte delle vecchie estimatrici: rispettivamente Roma e Inter. El Flaco, poi, a Roma ha ritrovato Ricky Massara che, insieme a Sabatini, lo ha lanciato a Palermo; mentre Nzonzi riabbraccia nella capitale Monchi: il dirigente che lo ha acquistato a Siviglia. Nessun ds, ma un allenatore già noto come Luciano Spalletti, ha convinto Nainggolan a firmare per i nerazzurri.

Il club dei ritorni ha anche un allenatore, Carlo Ancelotti, e una coppia rossonera dietro alla scrivania: Leonardo e Maldini. La nuova stagione riparte quindi da una serie di certezze e mette in campo stimoli rinnovati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy