La Roma misura la sua panchina

Stasera contro il Villarreal il turnover sarà extralarge e andrà a coinvolgere ogni reparto

di Redazione, @forzaroma

Stasera si gioca all’Olimpico ma il pensiero, inutile bluffare, è già a Milano. Domenica sera in campionato la Roma gioca contro l’Inter di Pioli. La Roma, anche per non perdere l’abitudine a recitare da grande e per difendere l’imbattibilità in questa edizione di Europa League (la striscia è al momento di 7 partite), deve cercare di dare un senso pure a questa gara di ritorno con il Villarreal, come scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

Il turnover sarà extralarge e andrà a coinvolgere ogni reparto. L’allenatore giallorosso, fidandosi della rosa, coglie giustamente al volo la chance, in pieno tour de force, di far riposare la maggior parte dei titolari. Sicuri di entrare dal primo minuto Alisson, Vermaelen, Juan Jesus, Mario Rui, Paredes, Perotti, El Shaarawy e Totti. Per loro è quasi un esame. Soprattutto per chi gioca di meno, come Vermaelen e Mario Rui. Il tecnico li vuole verificare anche per avere la certezza di poterci contare nel finale di stagione. La formazione, quindi, sarà quasi inedita.

I protagonisti di quest’annata, insomma, escono momentaneamente di scena: Dzeko, capocannoniere della serie A con Higuain (19 gol) e anche di questo torneo (8 reti), e il suo partner Salah resteranno a guardare. L’attacco avrà come riferimento Totti, accompagnato da Perotti ed El Shaarawy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy