La ricetta di Di Francesco e Strootman: “Fuori il carattere”

Il tecnico della Roma: “Cercheremo di sfruttare al meglio le loro carenze, e di metterci al loro pari”

di Redazione, @forzaroma

Sarà un esordio da brividi quello di Eusebio Di Francesco in Champions League. All’Olimpico arriva un Atletico Madrid agguerrito (reduce da due finali perse negli ultimi anni) e un Simeone senza scrupoli,come scrive Gianluca Lengua su Il Messaggero. “Sarà una battaglia, una partita vera. Mi auguro sia un esordio positivo dato che nelle ultime partecipazioni della Champions la Roma ha vinto poco. Simeone sa quello che vuole e sa arrivare al risultato in molte maniere. Magari è una squadra meno estetica, ma è molto pratica e riesce sempre a raggiungere l’obiettivo”, le parole di DiFra.

“Cercheremo di sfruttare al meglio le loro carenze, e di metterci al loro pari. – continua il tecnico giallorosso –  Le qualità per fargli male ci sono. C’è bisogno di uomini che sappiano prendersi le proprie responsabilità e che trascinino il gruppo. Insomma, ci vuole il loro carattere”.

Massima riservatezza sulle scelte in campo, ma Eusebio ammette che la partita rinviata contro la Sampdoria potrebbe rappresentare un vantaggio: “Non abbiamo viaggiato né fatto tardi e abbiamo avuto un tempo maggiore rispetto a loro per preparare il match. Schick? Mi auguro di riaverlo entro la sfida col Benevento”.

Sarà un (quasi) esordio anche per Kevin Strootman che partirà titolare per la prima volta in Champions, dopo i sei minuti giocati nel 2014 col Cska. “Fisicamente sto bene, l’unica cosa che mi manca è che quando sono stanco sbaglio troppo facilmente. – dice l’olandese – Le voci mercato? Due mesi fa ho rinnovato il mio contratto per 5 anni, non ho mai pensato di lasciare la Roma. Solo tra qualche mese potrò dire se questo gruppo è più forte di quello dell’anno scorso”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy