La nuova rosa è tutta un quiz, dura scegliere in Champions

La rosa della Roma per il campionato dovrà essere composta da 25 giocatori, di cui 8 di formazione italiana. In Champions invece Garcia potrà contare su 22 giocatori

di Redazione, @forzaroma

E’ un po’ il rompicapo dell’estate, più per i direttori sportivi che per i tifosi. La composizione della rosa della Roma, cioè dei 25 giocatori per il campionato, come evidenzia oggi Il Messaggero, non è così semplice da stilare e si avrà tempo fino al 31 agosto per trovare la soluzione giusta. Domani, entro le ore 12, Garcia dovrà ufficializzare il primo elenco di giocatori per il debutto in campionato. Ovviamente la lista è provvisoria perché quella definitiva sarà presentata entro le ore 24 del 1° settembre a mercato chiuso. Lo stesso giorno sarà inviata all’Uefa anche quella della Champions che, con 3 giocatori in meno (da 25 a 22 per la sanzione ricevuta per i paletti del Financial Fair Play non rispettati), rompicapo ancora più complicato da risolvere.
Con le partenze di Bertolacci, Romagnoli e Destro il lavoro di Sabatini davanti ad un foglio bianco si è complicato. Dovrà cercare di prendere, da qui alla chiusura del mercato, almeno un italiano per completare la rosa e rispettare le nuove norme. Che, da quest’anno, impongono 8 giocatori su 25 di formazione italiana. Dall’anno prossimo il compito sarà addirittura più faticoso, perché diventerà obbligatoria la presenza, come è già in vigore nei tornei Uefa, di 4 calciatori cresciuti nel settore giovanile del club (anche stranieri, basta che siano stati tesserati dai 15 ai 21 anni almeno per 36 mesi) e 4 appunto di formazione italiana (tesserati per le nostre società, anche più di una, ma sempre per un minimo di 3 anni ed entro i 21 di età). La Roma, al momento, ha solo 7 giocatori e non 8 di formazione italiana da poter inserire nell’elenco. La lista definitiva non comprenderà Lobont: sarà di 23 più 2 primavera (e gli Under 21). Perché il portiere si può sostituire sempre (e più volte), anche a mercato chiuso.
II portiere rumeno mancherà anche nell’elenco che la Roma manderà all’Uefa dove il Club di Trigoria avrà solo 22 posti, 6 dei quali sono già assegnati (4 giocatori di formazione italiana e 2 del vivaio). E’ chiaro che Strootman, dentro in campionato, quasi certamente resterà fuori per la prima fase e, se non partirà qualche attaccante, sempre uno tra Ibarbo e Iturbe. E 2 dei 3 Under 21: Emerson, Paredes e Uçan non possono far parte della lista B perché non sono stati ancora tesserati per 2 anni nella Roma.
Insomma per Sabatini un lavoro poco invidiabile in questi giorni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy