Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

La carica dei 130mila: Bologna e Leicester, l’Olimpico diventa il palco dei sogni

Il pubblico c’è, come sempre, ora tocca alla Roma

Redazione

La carica di non si sa quanti, 130, 140 mila, imbucati compresi. Tanti, un popolo: la città è rappresentata, un po’ domani, in Roma-Bologna (c’è ancora una minima disponibilità di tagliandi) e giovedì in Roma-Leicester (ticket sold out, stadio chiuso a 62 mila spettatori). L’Olimpico c’è, come sempre, ora tocca alla Roma, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero. Questo entusiasmo, questa enorme passione risbocciata, non vanno via.  La Roma è piena della sua gente e non si sta giocando la finale di Champions o lo scudetto, ma solo un quinto posto dignitosissimo e una finale di Conference League.

Ma oggi la Roma di Mourinho è una squadra vera, certo con i suoi mille difetti, e molti vogliono sentirla dal vivo. Viverla da vicino, ascoltarne le musiche, cantare, farsi accecare dai colori, potersi liberare all’urlo davanti a un gol.  È magicamente tornata la simbiosi di un tempo, l’empatia, così la chiama spesso Mourinho. E forse lui è l’artefice di questo desiderio di Roma, della tanta voglia di stingersi un po’.

Ecco, questa città, ci riferiamo alla parte romanista, proprio ora merita di poter gioire, di alzare un trofeo dopo cosi tanto tempo, dopo anni a festeggiare piazzamenti spacciati per successi. Ora qualcosa la Roma può raccogliere: cinque partite da giocare, vincendole tutte sono garantiti quinto posto e finale di Conference, mentre vincendone sei…