Inzaghi: “Lazio, non pensare al derby”

Il tecnico: “Dopo 25 partite non siamo mai stati fuori dall’Europa. Dobbiamo dare continuità ai risultati”

di Redazione, @forzaroma

Il casa Lazio il diktat di Inzaghi è chiaro: c’è prima l’Udinese e poi la Roma. Il pericolo reale è che i biancocelesti possano avere la testa esclusivamente rivolta al derby di mercoledì e sottovalutino l’impegno di questo pomeriggio, come riporta Emiliano Bernardini su Il Messaggero.

«Dopo 25 partite non siamo mai stati fuori dall’Europa. Dobbiamo dare continuità ai risultati. In Coppa abbiamo questa doppia sfida con la Roma, puntiamo alla finale» dice il tecnico della Lazio in conferenza stampa.

«Partiamo con l’Udinese, non sarà semplice perché hanno giocatori esperti che possono essere decisivi, però ho visto la squadra bene, lo ripeto. Poi avremo la semifinale che ci siamo meritati e che abbiamo voluto con tutte le nostre forze». Tradotto: al derby con la Roma Inzaghi ci pensa notte e giorno. Deve riscattare la sconfitta in campionato e puntare dritto a quel trofeo che lui conosce molto bene. Ne ha vinti cinque in carriera, tutti con la Lazio: tre da giocatore (nel 2000, nel 2004 e nel 2009), due da allenatore della Primavera (2014 e 2015), una addirittura proprio in finale contro la Roma. Procede sparato verso i suoi obiettivi Simone, senza guardare in faccia a nessuno perché lui è ambizioso e sta cercando di trasmettere questo atteggiamento alla squadra.

E sullo stadio della Roma il tecnico risponde: «Penso che verrà accettato anche il progetto dello stadio della Lazio. Le due squadre rappresentano la città di Roma, è un obbligo che entrambi i club abbiano lo stadio di proprietà».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy