Inter, Sabatini il cinese pensa a Conte e “blocca” Spalletti

Abramovich è pronto a concedere al tecnico italiano 10 milioni di euro all’anno pur di convincerlo a restare a Londra per provare a conquistare la Champion

di Redazione, @forzaroma

Walter Sabatini è da ieri il nuovo coordinatore dell’area tecnica di Suning Sports: “Per me questo non è un lavoro, ma una missione”, le sue parole alla conferenza di Nanchino, in Cina. Il suo arrivo è il primo passo verso la grande (ennesima) rivoluzione all’Inter. “Questo per me sarà un impegno di vita enorme. Voglio iniziare tutto il lavoro per il gruppo Suning, non solo per il Jiangsu prima squadra, ma anche per il settore giovanile. Nella mia mente, l’importanza che ha Suning nel calcio è la stessa di un’altra grande squadra, che è l’Internazionale di Milano. Queste due realtà devono crescere parallelamente insieme. I problemi dell’Inter saranno quelli del Jiangsu. Se l’Inter vince e il Jiangsu perde non sarà un bel weekend, dobbiamo puntare al grande slam domenicale” dice l’ex diesse della Roma.

Esonerato Pioli, affidata la panchina per queste 3 gare a Stefano Vecchi (l’allenatore della Primavera), adesso bisogna pensare al futuro. Il sogno resta Antonio Conte, vicinissimo ormai a vincere la Premier League con il Chelsea. L’Inter, però, deve fare i conti con Roman Abramovich: il magnate russo è pronto a concedere al tecnico italiano 10 milioni di euro all’anno pur di convincerlo a restare a Londra per provare a conquistare la Champions. Nella lista ci sono anche i nomi di Diego Pablo Simeone e Leonardo Jardim e se si guarda in Italia, in vantaggio su tutti c’è Luciano Spalletti. In realtà, qualche sondaggio con lui c’è già stato, scrivono su Il Messaggero. I malpensanti vociferano sia accaduto addirittura un paio di mesi fa. Al di là di come sia andata, anche l’allenatore di Certaldo farà parte del secondo casting dell’era di Suning, ma questa volta non si deve più sbagliare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy