Infortuni a quota 49, l’ex Colautti: “Le preparazioni sono troppo corte”

Infortuni a quota 49, l’ex Colautti: “Le preparazioni sono troppo corte”

“Occorre fare attenzione alla gestione dei carichi di lavoro durante l’anno, soprattutto al rientro dagli infortuni”

di Redazione, @forzaroma

Non bastano nemmeno le sedute light. Alla Roma continuano a collezionare infortuni muscolari, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. L’ultimo della lunga lista che conta ormai 49 iscritti dall’inizio della stagione è Florenzi (fastidio alla coscia destra).

Possibile che dopo 60 giorni i ko muscolari possano essere attribuiti ancora alla gestione-Di Francesco? Scettico l’ex responsabile sanitario giallorosso, Francesco Colautti: “Non scherziamo, sono trascorsi due mesi, non 15 giorni. Se così fosse vorrebbe dire che non hai fatto nulla per incidere, hai mantenuto soltanto uno stato delle cose. Per intenderci: se si pensa che prima si allenavano caricando troppo, si deve cambiare. Ma cambiare non vuol dire non farli allenare e certamente non è questo il caso. C’è poi un altro fattore che mina questa ipotesi. Ed è il fatto che ormai non si fanno più preparazioni che possano durare l’intera stagione come accadeva una volta. Prima erano più lunghe e su distanze più lunghe. Oggi invece le preparazioni sono corte e sono più o meno tutte uguali”.

A cosa attribuire allora l’ecatombemuscolare che ha colpito Trigoria? “Premesso che bisogna essere in loco per valutare caso per caso, ritengo che le problematiche siano dovute perlopiù alla gestione dei carichi di lavoro durante l’anno, soprattutto al rientro dagli infortuni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy