Guida, com’è difficile essere un bravo arbitro

Tanti episodi in Roma-Milan. In particolare fanno discutere i due rigori, uno assegnato e l’altro no

di Redazione, @forzaroma

C’è stato grande lavoro per i varisti nell’ultimo turno di serie A. In particolare, c’è stato molto da fare in Roma-Milan, dove sono state annullate tre reti e concesso un calcio di rigore, ricorda Roberto Avantaggiato su Il Messaggero. Il posticipo è stato affidato a Guida, mentre il Var a Irrati, che l’ha chiamato all’on field review dopo che il primo aveva lasciato correre (e quindi giudicato) un pestone di Fazio su Calabria. Fallo che c’è, ma che Guida non aveva valutato tale. Un intervento del Var azzardato, che probabilmente ha influenzato il direttore di gara, che ha accolto la segnalazione con non troppa convinzione. Brutto segnale di una personalità che continua a latitare nell’arbitro campano. Il Var, in precedenza, aveva fatto annullare due gol al Milan (per posizioni di fuorigioco) mentre Guida aveva fischiato un fallo di Mancini (molto dubbio anche questo) sul gol poi annullato a Mkhitaryan. Sull’armeno, poi, Guida non fischia un rigore, invertendo addirittura il fallo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy