Garcia lancia l’allarme retroguardia: «Servono due centrali e un terzino»

“Devo proteggere i miei calciatori in un reparto dove siamo poveri in questo momento. Dopo le partenze, rimangono Manolas e Castan”

di Redazione, @forzaroma

Una bella partita della Roma nel match di ieri sera contro il Siviglia. Il primo tempo è stato spettacolare, con i giallorossi che hanno asfaltato i campioni dell’Europa League, chiudendo la prima frazione con un secco 4 a 0. Nei isecondi 45 minuti arrivano altri due gol, e la girandola dei cambi. Garcia toglie i due difensori centrali e la Roma ne prende 4. Il tecnico francese, come riportato nell’edizione odierna de “Il Messaggero”, si aspetta al più presto rinforzi nel reparto difensivo«Un allenatore che prende quattro gol non può essere mai felice. Aspetto due centrali e un terzino. Anche perché già così avrò poco tempo per lavorare sulla fase difensiva, visto che i calciatori che aspetto arriveranno un po’ tardi. Servono i sostituti di Yanga Mbiwa e Astori».

Poi un’analisi della gara che si tramuta in una richiesta alla società: «Abbiamo giocato come a Valencia, con il pressing abbastanza alto. Serata interessante sul piano offensivo: con questo reparto avremo più possibilità di vincere le partite. Mi è piaciuto il terzo gol, frutto del collettivo. Sono meno soddisfatto della fase difensiva. Devo proteggere i miei calciatori in un reparto dove siamo poveri in questo momento. Dopo le partenze, rimangono Manolas e Castan. Possiamo avere un problema ogni giorno e dunque dovevo fare degli esperimenti. Sappiamo che può accadere di tutto fino al 31 agosto, io posso solo fare il meglio con quello che ho a disposizione».

Diverso l’umore di Edin Dzeko a fine gara: «Volevo fare bene, ci siamo divertiti. Abbiamo subito nel finale perché eravamo contenti di aver già vinto. Vogliamo fare meglio, dobbiamo farci trovare pronti per l’inizio della stagione. Nel precampionato non ho giocato moltissimo, ora devo lavorare per farmi trovare pronto. Sono molto contento di essere qui». Felicità che lo accomuna a Iago Falque, tra i miglior in campo: «È stato uno spettacolo. Potevamo non prendere quei gol ma l’importante è essere pronti per la prossima settimana. Ho giocato a sinistra perché Salah preferisce la destra, mi metto dove vuole Garcia».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy