Fonseca: “Un rigore assurdo, giocatori devastati”. Preso lo svincolato Rodwell

Fonseca: “Un rigore assurdo, giocatori devastati”. Preso lo svincolato Rodwell

Il tecnico: “È difficile accettare un errore così.”. Dzeko: “È un errore grave che non può accadere a questi livelli”

di Redazione, @forzaroma

Paradossalmente nel post-gara più che la rabbia, regna l’incredulità, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Inizia Fonseca: “È difficile accettare un errore così. Tutti i giocatori sono devastati” È il turno di Dzeko: “È un errore grave che non può accadere a questi livelli. Non riesco a capire perché l’arbitro fosse così sicuro. Troppo sicuro. Io l’ho visto subito che il pallone aveva colpito il volto di Smalling. Non so che dire, è semplicemente incredibile“.

Sconsolato inizialmente Pallotta: “È sempre la stessa storia“. Poi dopo un paio d’ore, arriva il secondo tweet: “Sono incredibilmente orgoglioso di tutti i giocatori e di tutto lo staff della Roma. Non meritavamo questo finale ma ne usciremo ancora più forti”. Laconico Fazio: “Sono sorpreso, quello che è successo è incredibile». Mancini parla apertamente di «un’ingiustizia». Confermata dal tecnico dei tedeschi, Rose: «È vero, il tocco di mano non c’era“.

Varato ieri il nuovo organigramma societario. Al vertice rimane il presidente Pallotta, sotto di lui il grado più alto tocca al Ceo Fienga, seguito da 4 figure: Petrachi (responsabile del mercato, della prima squadra e della Primavera), Zubiria (settore giovanile di età inferiore alla Primavera e relazioni internazionali), Calvo (settore commerciale) e Rogers (responsabile dei media). Baldissoni rimarrà invece vicepresidente – continuando ad occuparsi del nuovo stadio – ma senza la carica esecutiva.

Mercato: in arrivo lo svincolato Rodwell, centrocampista classe 89. Curiosità: tra il 2013 e il 2017 ha giocato 39 gare in Premier (con City e Sunderland) senza mai vincere. Test fisici decisivi. Se non li passa, l’alternativa è Buchel, ex Empoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy