Fonseca, spalle al muro

La Roma cambierà allenatore a fine stagione: Sarri ancora in pole

di Redazione, @forzaroma

Il flop giallorosso, proprio perché imprevisto e quindi non proprio annunciato, semina più di uno strascico, scrive Ugo Trani su Il Messaggero. C’è tensione a Trigoria per la frenata preoccupante in campionato. Musi lunghi in pubblico e veleni sparsi sottotraccia.

Preparare è comunque il verbo più gettonato nei colloqui in Casa Roma. Lo usa Fonseca, pensando all’andata dei quarti di Europa League. Fanno lo stesso i Friedkin, lavorando già per la prossima annata. Sono le vite parallele dei protagonisti che stanno per divorziare: il tecnico e la proprietà viaggiano separatamente verso il finale di stagione. Il successore designato del portoghese, da tempo, è Sarri.

Non bisogna meravigliarsi: avendo l’unione sempre fatto la forza, l’attuale 7° posto conferma che non c’è mai stata condivisione tra chi sta in panchina e chi guida la società. Adesso sono le cifre a mettere spalle al muro Fonseca, fino a qualche settimana fa fiero di poter girare a petto in fuori per essere salito al 3° posto e quindi in zona Champions. Lo stop, però, non è recente. Basta pensare che dall’inizio del girone di ritorno il suo raccolto è stato misero: 14 punti in 10 partite (media di 1,4), cioè meno della metà di quelli a disposizione.

La Roma al momento si dovrebbe accontentare del play off di Conference League, la coppa di consolazione (forse peggio…). I Friedkin avrebbero voluto altro, magari proprio la partecipazione, dopo 2 stagioni di assenza, al principale torneo continentale. Si potrebbero ritrovare nel meno prestigioso.

Il danno, con i 2 principali sponsor in scadenza (il main Qatar e il back Hyundai) e ancora indecisi sul rinnovo, sarebbe davvero enorme. La frenata nelle ultime 3 partite, appena 1 punto conquistato, riporta alla stagione scorsa. Inedita, dunque, solo per la nuova proprietà.

Lo strappo tra il portoghese e i calciatori, ormai datato, è sugli allenamenti blandi. Chissà se bastano per eliminare l’Ajax: giovedì l’andata ad Amsterdam. Ma non è detto che poi, con la vittoria dell’Europa League, Fonseca abbia la certezza di restare. Anche lui potrebbe salutare, lo ha appena chiamato il Crystal Palace e avvicinato il Napoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy