Eusebio, il ritorno all’innocenza: “Sono i punti giusti per ripartire”

Eusebio, il ritorno all’innocenza: “Sono i punti giusti per ripartire”

Il tecnico: “Nell’intervallo ai ragazzi ho parlato di un nuovo inizio, di fare come se fosse la prima di campionato”

di Redazione, @forzaroma

Un punto di ripartenza”. La Roma e Di Francesco si rimettono in moto. “Nell’intervallo ai ragazzi ho parlato di un nuovo inizio, di fare come se fosse la prima di campionato. Bisogna ripartire con questa mentalità, col desiderio di fare quello che sappiamo, ma anche con l’intensità, con l’anima messa in campo. Ora sembra tutto facile ma non è mai facile vincere in Serie A contro qualsiasi squadra” ha detto Di Francesco a fine gara.

Per qualche ora, Eusebio allontana i fantasmi che avevano iniziato ad aleggiare sulla sua panchina ma è consapevole che già sabato, con il derby, ci sarà una nuova verifica, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Non abbiamo fatto niente ma era importante prendere i tre punti, rifare gol, non subirne e dare fiducia ai calciatori. Questo ci permetterà di affrontare la Lazio al meglio. Se sono sereno? Sempre quando si tratta del mio lavoro. Alla lunga quello che hai dentro paga”.

Il 4-3-3 può attendere. Per ora si andrà avanti con il 4-2-3-1: “È un modulo che mi piace ma a patto di avere certi interpreti”. E con Pastore magari risulta più naturale: “Con lui si lavora più sulla verticalità e sulla gestione della palla. Il gol? Non ne fa tanti, ma di qualità. L’ho rimesso nella posizione che predilige mettendogli accanto interpreti che possano dargli una mano”. Dopo una carezza a Schick (“Deve ritrovare fiducia”) menzione anche per Santon: “A volte si critica prima di vedere. Sta lavorando con grande dedizione, ha guadagnato tante posizioni, conosce il campionato e dà garanzie in difesa. Ci teniamo i giocatori di esperienza come lui così come quelli di prospettiva come Luca Pellegrini che può diventare un buon giocatore continuando a lavorare con umiltà. Qui si fanno diventare tutti bravi troppo velocemente così come li si trasforma alla stessa velocità in brocchi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy