El Shaarawy e Salah, i Faraoni de noantri

El Shaarawy viaggia ad una media di un gol ogni 93 minuti che lo avvicina agli Europei e al riscatto, da esercitare a giugno (per 13 milioni). Salah invece è già tutto romanista. Capocannoniere e unico uomo in doppia cifra (11 reti)

di Redazione, @forzaroma

I due faraoni giallorossi, El Shaarawy e Salah, sono sempre più complementari. Uno segna, l’altro fa l’assist e/o viceversa. E insieme esultano facendo il gesto della piramide. Cinque reti in sei partite per El Shaarawy, cinque nelle ultime quattro gare per l’egiziano. E per entrambi il gusto della doppietta, scrive Stefano Carina su “Il Messaggero”.

Doveva essere la Roma di Dzeko e invece è diventata la Roma dei Faraoni. Mentre sul web impazzano fotomontaggi con i due all’ombra della Piramide di Cheope, in campo impazziscono invece gli avversari cercando di star loro dietro invano. El Shaarawy viaggia ad una media di un gol ogni 93 minuti che lo avvicina agli Europei e al riscatto, da esercitare a giugno (per 13 milioni). Salah invece è già tutto romanista. Capocannoniere e unico uomo in doppia cifra (11 reti).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy