È un mercato da Mondiale

La vetrina russa darà maggiori indicazioni anche sul futuro di tanti big

di Redazione, @forzaroma

E’ partito il countdown per il Mondiale, l’appuntamento più atteso da procuratori e società, effettivo spartiacque di calciomercato, come scrive Eleonora Trotta su Il Messaggero.  Perché può capitare la parata da copertina, così come l’errore imbarazzante dal dischetto sgonfia-prezzo. Conteggi a parte, è chiara la strategia di Roma e Lazio: sfruttare il Mondiale, per far lievitare i costi del brasiliano Alisson (valutato 80 milioni, nel mirino di Chelsea, Liverpool e Real) e del serbo Milinkovic Savic (nei radar di United, Psg e Juventus, Lotito lo prezza oltre 100 milioni).

La vetrina russa darà maggiori indicazioni anche sul futuro di Edinson Cavani (Uruguay), corteggiato dall’Atletico Madrid, e Gonzalo Higuain, nella lista dei sacrificabili della Juventus. L’attaccante bianconero, stimato 55 milioni, ha dichiarato ai media argentini di puntare alla Premier League. Piace a Chelsea e a Psg, in stretto contatto con un’altra stella in uscita: Robert Lewandowski. La punta polacca vuole cambiare aria da anni, e per questo si è affidato al potente agente Pini Zahavi, che lo ha sedotto anche con le offerte di Manchester United e Real Madrid.

Il Napoli tallonerà il Callejon iraniano Jahanbakhsh; gli osservatori di Roma e Premier (Everton in particolare) prenderanno appunti sull’ala del Messico Lozano; la Fiorentina studierà il difensore svizzero Michael Lang; la Lazio così come i viola valuterà il terzino del Perù Miguel Trauco. L’esterno Santiago Arias (Colombia) resta invece in orbita Juventus. Spera di non tradire le aspettative anche Hakim Ziyech (Marocco), duttile mezzala in parola con la Roma, che non a caso Monchi vorrebbe prenotare prima dell’effetto Mondiale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy