Dzeko, profumo di Londra

Edin è virtualmente un giocatore del Chelsea, domani non sarà in campo contro la Sampdoria: toccherà a Schick

di Redazione, @forzaroma

Dzeko va a Londra da Conte proprio come Emerson. Trovato l’accordo tra il Chelsea e la Roma: 50 milioni (30 per l’attaccante e 20 per il difensore) più 10 di bonus. E se Pallotta ringrazia Monchi per i 38 milioni di plusvalenze, scrive Ugo Trani su Il Messaggero, Di Francesco si ritrova a metà stagione senza il centravanti titolare e il terzino sinistro di scorta.

L’obiettivo di mercato è l’esterno offensivo che il tecnico chiede dall’estate scorsa. La lista è lunga. Di possibili rinforzi e inquietanti interrogativi.

Dzeko è presente fisicamente in ritiro, ma è come se fosse già a Londra. Dove si è spostato il suo procuratore Irfan Redzepagic per trattare con i dirigenti del Chelsea. Il centravanti, raggiunto in albergo dall’intermediario Martina e dalla sorella, si era inizialmente irrigidito sulla durata del contratto.

Di Francesco, invece, ha già capito che non ci potrà contare nel recupero di domani sera a Marassi contro la Sampdoria.  A Marassi spazio a Schick ma occhio al ballottaggio con Defrel.

Per l’esetrno offensivo il tentativo più significativo di Monchi nelle ultime ore è stato il contatto con il Bologna per Verdi (costo 20 milioni). Il ds non snobba certo Berardi e Politano: il Sassuolo, però, non intende cedere giocatori in questa finestra di mercato. La suggestione: Oyarzabal della Real Sociedad (30 milioni). Che si somma a Ziyech e a Dolberg, tornato d’attualità, entrambi dell’Ajax. In ballo pure le seconde scelte: Batshuayi del Chelsea (è però centravanti), Sturridge del Liverpool (più infortuni che gol nelle ultime stagioni) e Deulofeu del Barça (prototipo del solista).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy