Di Francesco: “Abbiamo avuto troppo rispetto per i nostri avversari”

Il tecnico a fine gara: “Al di là della personalità, per come l’avevamo preparata mi aspettavo un’aggressività diversa”

di Redazione, @forzaroma

Dopo quello con l’Inter la Roma perde un altro scontro diretto all’Olimpico. A differenza di quella partita, dove la Roma aveva giocato meglio per oltre un’ora, ieri sera contro il Napoli, come scrive Stefano Carina su Il Messaggero, nonostante il ritorno nel finale, i giallorossi hanno dato l’idea di una squadra in grande difficoltà a produrre gioco, inevitabilmente meno collaudata rispetto a quella di Sarri.

“Abbiamo avuto troppo rispetto nel primo tempo. Volevamo fare una partita differente. Con l’Inter avevamo dominato 70 minuti, qui invece c’è mancato il guizzo finale contro una squadra che ha forza e geometrie” ammette a fine gara Di Francesco. “In effetti avevamo studiato qualcosa di diverso ammette Al di là della personalità, per come l’avevamo preparata mi aspettavo un’aggressività diversa, alla fine bisogna dare merito agli avversari ma noi potevamo fare meglio. Magari con un po’ di malizia e determinazione in più, come si è visto nel secondo tempo”.

È nervoso. Il ko non gli va giù. “Abbiamo un po’ troppe assenze per cambiare in corsa. Un pizzico di sfortuna c’è stata, ma davanti abbiamo una squadra che ha qualcosa in più di noi dal punto di vista dell’abitudine. Hanno meccanismi più collaudati, calciatori che giocano con continuità e non hanno gli infortuni che abbiamo noi. Troppi ko muscolari? C’è un po’ di casualità, ci sono le nazionali, perché non si fanno tutti male qui. C’è il fatto che se mi alleno dall’inizio coi giocatori già presenti è diverso. Se prendo giocatori a fine mercato… Se prendi Schick che ha fatto tre allenamenti ad esempio, c’è il rischio che si faccia male. Karsdorp viene da un infortunio al ginocchio, rientra e ha piccoli problemi e questo ci sta togliendo qualcosa. Sicuramente non avere delle alternative non è un grandissimo aiuto, ma non voglio diventi un alibi”.

Ora la Roma sarà impegnata mercoledì a Londra in Champions League contro il Chelsea. In tribuna potrebbe esserci anche il presidente Pallotta.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy