Cska, lo strano caso di capolista outsider

Gli avversari della Roma in Champions League, deludono nel loro Paese

di Redazione, @forzaroma

A sorpresa primo nel gruppo G, il Cska Mosca che si presenta domani sera all’Olimpico è un avversario imprevedibile, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Capace ad esempio in 8 giorni di superare il Real Madrid in Champions per poi essere eliminato dal Tyumen, squadra di serie B russa, nella coppa nazionale. Attualmente è terzo in classifica, a -6 dallo Zenit. I ragazzi del tecnico Goncharenko hanno giocato venerdì, sconfiggendo 2-0 l’Anzhi e ieri in tarda mattinata sono sbarcati all’aeroporto di Fiumicino con un volo di linea dell’Aeroflot.

La Roma ritrova i russi dopo l’esperienza del 2014, quando in casa vinse 5-1 e al ritorno pareggiò 1-1 a Mosca. In squadra ci sono diversi protagonisti della Russia che al Mondiale è arrivata ai quarti come il portiere Akinfeev, il terzino Mario Fernandes e l’attaccante Dzagoev. Dal mercato sono arrivati l’ex Palermo Abel Hernandez e Vlasic dall’Everton, ma rispetto a un anno fa non ci sono più Golovin e l’ex Leicester Musa.

Per l’impegno di domani, saranno indisponibili lo squalificato Akinfeev e gli infortunati Hernandez e Kuchayev, che sono comunque partiti al seguito della squadra. Arbitrerà il greco Sidiropoulos.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy