Contrasti e duelli, il gruppo torna a essere più cattivo

Contrasti e duelli, il gruppo torna a essere più cattivo

Squadra più corte e in campo si è visto quell’agonismo che Di Francesco ha ribattezzato ‘tigna’

di Redazione, @forzaroma

Nella sera del ritorno al 4-3-3, ciò che è piaciuto della Roma è stata la capacità di mostrare cattiveria, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Squadra più corta, che ha volutamente lasciato all’Olimpico il possesso palla agli avversari (44% totale, sceso addirittura a 38,6% nella ripresa rispetto ad una media casalinga del 52,5%) e che per una volta ha mostrato un agonismo insperato anche in alcuni interpreti che per carattere sembravano esserne sprovvisti.

Di Francesco l’ha ribattezzata ‘tigna’. Considerando esclusivamente le gare disputate nel 2019, quella di domenica è stata quella che ha visto addirittura il 75% dei contrasti effettuati vinti (ben 16).

Se la media dei falli s’è assestata sul trend stagionale (15) balza agli occhi la percentuale dei duelli aerei vinti (60%) nonostante in mediana mancassero Nzonzi e Cristante. Ma anche la media dei duelli di gioco (54%) è la più alta delle 5 partite del nuovo anno, con De Rossi capofila (3 su 3)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy