Burdisso: ?Su Torosidis due falli nettissimi?

di finconsadmin

(Il Messaggero) Nicolas Burdisso ? sincero nell?analisi di fine partita. Pur lamentandosi per gli errori dell?arbitro Guida, evidenzia soprattutto gli errori della difesa della Roma nell?azione della rete del pari. ?Un pareggio a Udine pu? anche andar bene, ma per come arrivato c?? rammarico?.

 
I DUE RIGORI -??Noi abbiamo poco da dire, perch? in casi del genere sono le immagini a parlare al posto nostro: un rigore sono due punti in pi? in classifica? spiega l?argentino. ?Sono chiarissime? dice, riferendosi alle inquadrature che dimostrano come Torosidis, ammonito dopo il pestone di Danilo, non abbia mai simulato. ?Mi ha fatto vedere il colpo preso sulla gamba?. Ed ? evidente anche il fallo precedente di Silva. Burdisso, per?, ? onesto: ?Non dobbiamo fermarci a questi episodi, volevamo vincere e ci potevamo riuscire a prescindere da quanto accaduto nell?area dell?Udinese?.

 
IL MOVIMENTO ERRATO -?Burdisso sbuffa quando deve commentare la rete dell?1 a 1: ?? stata l?unica giocata che abbiamo concesso nella ripresa, la seconda di tutta la gara, oltre a quella del primo tempo su Di Natale. E non ci siamo comportati come dovevamo in quella situazione?. Ammette che qualcosa non ha funzionato, anche se difende la prova del reparto arretrato: ?Siamo usciti in ritardo tutt?e tre. Penso che comunque abbiamo fatto una buona gara?.

 

 

L?argentino, sulla linea di fondo, non ? riuscito a impedire il dribbling di Muriel verso l?interno. Ma a quanto pare il primo responsabile, pure ascoltando la ricostruzione di Andreazzoli, ? stato Piris: ?Nell?intervallo avevamo parlato di questo, Ivan non voleva uscire sull?attaccante. Poi Muriel fa una buona giocata sia contro di me che davanti a Torosidis?. Volta subito pagina: ?Dobbiamo avere obiettivi chiari perch? siamo la Roma. Bisognai puntare in alto. Ora abbiamo due partite da vincere per arrivare al derby con la Lazio che ? uno scontro diretto. Peeccato, alla fine potevamo vincere ma credo sia comunque un passo in avanti. Perch?, nonostante il pari, stiamo facendo progressi?.

 

 

Difende Osvaldo: ?Dani ? il primo a sapere quando sbaglia. E? impulsivo ma ? uno dei pochi campioni in questo campionato. Crediamo in lui, potenzialmente ? uno dei pi? forti attaccanti con cui ho giocato. La piazza deve credere in lui: pu? far vincere qualcosa alla squadra?. Castan esalta la linea a tre: ?Miglioriamo di partita in partita. Con la nuova difesa, la squadra si trova meglio. Prima della partita credevo che un punto fosse buono, dopo sono convinto che ne dovevamo prendere tre, soprattutto con l?uomo in pi?. Ma io penso che possiamo ancora arrivare in Champions?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy