Burdisso: siamo tutti delusi

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – S.Carina) – Ultima di campionato, apparentemente senza obiettivi.

Roma fuori dalle coppe europee a meno che la commissione disciplinare non riscriva le classifiche come presto accadrà in serie B. Proprio per questo motivo sarebbe importante vincere a Cesena e attendere poi i responsi della giustizia sportiva. Per domani, Luis Enrique – che oggi sarà in conferenza stampa per spiegare la sua scelta di lasciare la Roma – avrà nuovamente a disposizione Kjaer che ha recuperato da un problema alla caviglia accusato nei giorni scorsi.

Assente Stekelenburg, già tornato in Olanda per risolvere i problemi alla spalla, pochi i dubbi di formazione. Con Taddei squalificato, Rosi agirà a destra. Incertezza sulla posizione nella quale verrà impiegato Marquinho. Qualora agisse da terzino sinistro – come è stato provato ieri in allenamento – il trio dei centrocampisti sarebbe composto da Gago, De Rossi e Pjanic. Altrimenti con l’ex Fluminense in mediana, sulla fascia sinistra giocherebbe José Angel.

In attacco Totti e Osvaldo sono sicuri del posto. Ballottaggio a tre Lamela-Borini-Bojan per affiancare l’italo-argentino. Uscendo da Trigoria, Burdisso – che continua oramai da qualche giorno ad allenarsi con il resto del gruppo senza avvertire problemi e ieri ha partecipato anche alla partitella – si è fermato a firmare qualche autografo. Poi, sollecitato dalle domande dei presenti, ha manifestato il suo rammarico per l’addio di Luis Enrique: «Siamo molto delusi, ci tenevamo che l’allenatore continuasse anche il prossimo anno per crescere insieme a lui. Questa è una stagione nella quale abbiamo imparato tantissimo».[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy