Borini a tutti i costi

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – S.Carina) Un’altra giornata trascorsa a Milano quella del ds Sabatini, nell’intento di sbloccare alcune situazioni che vanno risolte entro il 22 giugno.

La questione più urgente da risolvere è quella di Borini: l’attaccante è a metà tra Roma e Parma con il club giallorosso che a gennaio ha versato nelle casse gialloblù 2,3 milioni. L’accordo sulla parola era quello di rinnovare la comproprietà a giugno e rimandare la questione al prossimo anno. Ma l’exploit dell’ex Swansea nel girone di ritorno ha complicato i piani visto che non sono poche le società (…) che hanno chiesto informazioni al dg Leonardi. La Roma è in una posizione d’attesa, forte della volontà del calciatore che ha più volte espresso il desiderio di rimanere nella capitale al punto che il 18 maggio ha effettuato il rogito per una casa in zona Ardeatina. Questo però non vuol dire che qualora arrivasse un’ottima offerta, le strategie non possano cambiare in corsa. Anche perché il discorso di Borini sembra essere legato a quello di Destro. Se l’ex senese torna a Milano, sponda nerazzurra, è molto probabile che verrà rinnovata la comproprietà tra Roma e Parma (che a breve verserà 300mila euro per la metà di Okaka). Altrimenti ogni scenario è possibile.

Ma non è solo quello dell’attaccante il problema da risolvere. Si è ad esempio leggermente complicata la situazione riguardante Florenzi. Zeman ha chiesto di averlo in rosa ma il Crotone ha alzato la posta: dopo averne riscattato la metà per 250mila euro, ora la richiesta è di 1,5 milioni più la comproprietà di Pettinari. Alla fine il club calabrese in qualche modo verrà accontentato. Sempre in tema di centrocampisti, fatta cadere l’opzione per Gago che non verrà acquistato, la Roma ha deciso di riscattare Marquinho ma non ai 4,5 milioni pattuiti a gennaio con il Fluminense. In questo caso si sta trattando (…) con il club brasiliano che secondo i primi accordi dovrebbe ricevere la prima rata di 2,25 milioni entro il 2 luglio e la seconda di pari entità a febbraio 2013. Per Caprari, il Pescara è ora in possesso della metà del cartellino (pagata 1,2 milioni): l’orientamento è farlo rimanere un altro anno in Abruzzo. Diverso il discorso per l’under 21 Crescenzi: il Bari ha acquistato da poco la metà del cartellino ma il club giallorosso lo controriscatterà.

Situazione incerta per Stoian: il Bari vorrebbe riscattarne la metà per 300mila euro per poi trattarlo con altri club. Per l’under 21 Antei, il Grosseto può entrare in possesso della metà per 250mila euro entro il 22 di questo mese ma la Roma lo riporterà a Trigoria. All’appello dei calciatori in bilico (oltre ai giovani Montini, D’Alessandro e Sini) rimangono Kjaer e Borriello. Per il danese bisognerà attendere la fine degli Europei. Il centravanti rischia di diventare un caso: la Juventus ha fatto cadere il diritto di opzione per l’acquisto (…) e non lo considera una priorità. Al massimo potrebbe chiedere nuovamente il prestito gratuito. In entrata, invece, monitorati Boenisch, (Werder Brema), Papadopoulos (Schalke 04) e Ciani (Bordeaux). Novità a breve nell’organigramma tecnico: Franco Tancredi dovrebbe lasciare il ruolo di preparatore dei portieri. Al suo posto sarà confermato Guido Nanni, che quest’anno lo ha coadiuvato nel lavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy