Ballardini e gli ex Roma: così è rinato il Genoa

Strootman e Destro si sono risvegliati in Liguria

di Redazione, @forzaroma
strootman nainggolan genoa cagliari

Da quando è tornato Ballardini, il Genoa è quarto in classifica. Quattordici punti in sette giornate, una media di due a partita, da zona Champions, addirittura. In questo scorcio di campionato, soltanto Lazio, Milan e Juve hanno fatto di più. Il tocco magico è quello che ha risvegliato due belli addormentati del campo. Destro e Strootman, ex romanisti che lontano dalla capitale si erano progressivamente smarriti, fino al punto da essere dimenticati e considerati finiti. Due storie diverse, scrive Gianfranco Teotino su “Il Messaggero”: il primo, attaccante di grandi speranze è rimasto vittima non soltanto dei suoi infortuni ma anche di un carattere non di ferro; il secondo, centrocampista di spessore internazionale, è stato invece bloccato esclusivamente dalla sfortuna che si è accanita contro di lui. Ballardini è riuscito a recuperarli entrambi.

Da metà dicembre a oggi, Destro è il capocannoniere del campionato: otto gol nelle ultime otto giocate, dopo la rondine della prima giornata. Erano almeno sette anni, proprio dai tempi della Roma, che non riusciva più ad esprimersi a certi livelli. Strootman, invece, con la sua maturità, è diventato un po’ lo stabilizzatore della squadra, accanto a Badelj e Zajc. Ballardini lo ha mandato in campo immediatamente, nonostante fino a gennaio, in Francia, in questa stagione avesse giocato una sola partita da titolare nel Marsiglia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy