Apre l’Olimpico: la Roma in festa

I giallorossi sfileranno questa sera allo stadio Olimpico davanti al loro pubblico. Alle ore 20.00 il fischio di inizio di Roma-Siviglia

di Redazione, @forzaroma

Si sono arrampicati sulle montagne del Trentino, per osservare a Pinzolo una squadra composta da un paio di big, tanti Primavera, un nuovo calciatore (Iago Falque) e due nuovi preparatori atletici (Norman e Lippie). Si sono presentati in 3000 all’aeroporto per accogliere Dzeko e Salah. Stasera, alla vigilia di Ferragosto, faranno risuonare lo stadio Olimpico con cori e applausi, lo riempiranno con il loro amore. Sono i tifosi della Roma, a cui stasera è dedicata la presentazione della nuova squadra, la terza allenata da Rudi Garcia, la quinta dall’avvento dell’era americana.

Le  danze avranno inizio intorno alle 18.00, quando i cancelli saranno aperti e la folla fatta affluire all’interno delle strutture. Mezz’ora più tardi comincerà la cerimonia: saranno fatti sfilare giocatori nuovi e vecchi, tra cui alcuni in partenza. Alle 20.00 il via a Roma-Siviglia.

Chi sarà il più applaudito? – ci si chiede nell’edizione odierna de Il Messaggero. Forse Dzeko, il centravanti dei sogni che rievoca la figura del Batistuta trascinatore verso lo scudetto? O forse sarà quel Salah rubato alla Fiorentina? E come sarà accolto questo Gervinho tornato motorino per riconquistarsi la piazza. Senza dimenticare i leader, a partire ovviamente dal capitano Francesco Totti, passando per De Sanctis, Pjanic e Nainggolan, fino ad arrivare alle altre due bandiere De Rossi e Florenzi.

Anche Strootman sfilerà, e Castan: se il centrocampista prosegue la riabilitazione e sarà pronto tra qualche mese, il difensore brasiliano invece è pronto ad assorbire il calore della sua gente dopo più di un anno di lontananza prima di cominciare il campionato. Allo stadio, anche se non in campo, ci sarà in fine Gerson, promettentissimo talento arrivato ieri a Roma dal Brasile, per svolgere le visite mediche e firmare il contratto che lo legherà ai giallorossi. Lui tra qualche giorno lascerà l’Italia per tornare alla Fluiminense fino a gennaio. Se tutto va bene, la sua passerella all’Open day se la godrà tra un anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy