Alisson: “Non ci sono giocatori insostituibili”

Il portiere giallorosso: “Ho in testa il pensiero di fare sempre il meglio per fare sempre bene in partita e aiutare i miei compagni a vincere”

di Redazione, @forzaroma

Sarei felicissimo di fare come Falcao, io voglio tanto vincere uno scudetto, un titolo con la Roma che lo merita davvero”. Così Alisson Becker, portiere della Roma e capitano del Brasile. Il n.1 della Selecao, a Roma Tv, ha confessato, come riporta Il Messaggero, che il trasferimento in Italiaè stata la decisione più difficile della mia vita dopo il matrimonio. È cambiato tutto, però ho avuto la fortuna di scegliere una squadra che mi ha accolto benissimo, ho un grande rapporto con tutti i compagni, e questo ha reso la cosa più facile. Il primo anno non è stato facile perché ero abituato a giocare sempre, e la cosa più brutta per un calciatore è non giocare, ma ho lavorato sempre duro, sono rimasto calmo sempre pensando che il mio momento sarebbe arrivato. E ora che ho preso il posto non lo lascio mai. Penso che nessuno è insostituibile però ogni giorno io arrivo a Trigoria con in testa il pensiero di fare sempre il meglio per fare sempre bene in partita e aiutare i miei compagni a vincere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy