Alisson-Milinkovic: la Russia diventa un supermarket

I gioielli di Roma e Lazio sono tra i pezzi più pregiati del calciomercato europeo

di Redazione, @forzaroma

Sarà l’orologio del Mondiale a dettare i tempi del calciomercato e ad innescare reazioni a catena in tutti ruoli, scrive Eleonora Trotta su Il Messaggero. Da Alisson a Cristiano Ronaldo, passando per Higuain, Pogba, Milinkovic Savic, Neymar e Hazard: sono di primissima fascia i protagonisti che incroceranno le prestazioni del campo con le trattative al tavolo degli affari. Il giro dei portieri potrebbe partire addirittura a stretto giro.

Alisson ha voluto mettere pressione un po’ a tutti: a Liverpool, Real Madrid, Chelsea e Roma. Durante l’incontro della scorsa settimana, i Reds hanno ribadito all’entourage del brasiliano di considerarlo la prima scelta per il post Karius. Ma il club giallorosso, che gli ha offerto un prolungamento da circa 3,5 milioni a stagione, spera di discutere il suo futuro solo al termine della kermesse russa, confidando in una crescita dell’attuale valore di 70 milioni. A centrocampo, i giochi dipenderanno invece dalle decisioni di Pogba (Francia) e Milinkovic Savic (Serbia). Il talento della Lazio viene stimato sui 150 milioni, una cifra considerata fuori mercato dalla Juventus, arrivata ad offrirne 70 milioni più due contropartite tecniche, ma raggiungibile da Real (sulle tracce anche di Hazard, Belgio) e Psg.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy