Alisson a doppia mandata: vietato aprire quella porta

Nove parate contro l’Atletico Madrid in Champions, il portiere brasiliano è tra i meno battuti della Serie A

di Redazione, @forzaroma

Oggi Alisson, insieme a Reina (che ha però disputato una partita in più) e Buffon (in questo caso con una gara in meno) è il portiere meno battuto della serie A. Appena tre gol al passivo, tutti in una notte, in quei maledetti 20 minuti della ripresa contro l’Inter.

Con Kolarov e Dzeko, come scrive Stefano Carina su Il Messaggero, è uno dei calciatori che Di Francesco ha sempre schierato titolari. Anche oggi contro l’Udinese i tre partiranno dal primo minuto.

Contro i friulani spazio in avanti ad un tridente inedito, almeno dal via. Ieri Di Francesco ha provato il centravanti bosniaco insieme a Perotti e El Shaarawy. Se il tecnico darà seguito alla regola dei cinque cambi in ottica turnover, rispetto a Benevento sono pronti a rientrare anche Florenzi, Manolas, De Rossi e Nainggolan. Dopo l’Udinese, il pensiero correrà subito alla Champions. E se la Roma è dentro la competizione con le speranze intatte di superamento del turno, lo deve ad Alisson. Nove parate contro l’Atletico Madrid: Saul e Vietto se lo saranno sognato la notte. Il brasiliano fa finta di nulla. La sua forza è stata quella di saper aspettare. E alla fine è stato ripagato. Non solo dal campo. Ma anche dalla gente. I mugugni per il primo gol subito da Icardi qualche giorno prima, si sono trasformati nel coro che gli ha intonato la Curva Sud contro gli spagnoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy