Yanga-Mbiwa, un po’ di Barcellona in difesa

La vicenda di Mapou Yanga-Mbiwa è curiosa. Garcia lo aveva cercato quando allenava il Lille, ma lui preferì di rinnovare con il Montpellier e nel 2012 lo guidò al il titolo.

di finconsadmin
La vicenda di Mapou Yanga-Mbiwa è curiosa. Garcia lo aveva cercato quando allenava il Lille, ma lui preferì di rinnovare con il Montpellier e nel 2012 lo guidò al il titolo. A 22 anni era già capitano della squadra. E’ un leader naturale con la capacità di occupare spazio nel campo, ma ora si è messo a lavorare per migliorare l’agilità e la velocità. René Girard è stato l’allenatore che gli diede la fascia da capitano al Montpellier. Adesso Girard è a Lilla, dove ha preso appunto il posto di Garcia.

 

 

Adesso ha raggiunto Garcia. Queste le parole di Yanga-Mbiwa riguardo al suo trasferimento al Newcastle del gennaio 2013: «Un errore. Lì guardano solo all’aspetto fisico del gioco. La Serie A invece è molto simile al campionato francese. Ma c’è più tecnica e più tattica. Bisogna rimanere concentrati fino all’ultimo istante delle partite».

 

 

Adesso che Castan e Astori si sono fermati, Yanga-Mbiwa ha cominciato a muoversi. Rispetto a questi due e anche a Manolas, è un giocatore più mobile,  recupera palla, qualche volta la porta avanti in proprio, nella stragrande maggioranza dei casi la cede ai centrocampisti, quindi si sposta e fornisce ai compagni un’ulteriore possibilità di passaggio. Ha imparato guardando il Barcellona e a Garcia questo non dispiace.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy