“Vincere: l’idea fissa della Roma”

di finconsadmin

Inutile ricordare quanto la partita di questa sera sia importante nel computo della stagione romanista: Rudi Garcia lo sa bene, presentando la gara in conferenza stampa ha assicurato che la Roma non volerà a Torino per cercare di limitare i danni. «Andiamo a Torino per vincere.» – come riporta l’edizione odierna del «Corriere dello Sport» – «E’ esattamente lo stesso a ogni partita. Io faccio l’allenatore, i miei fanno i calciatori per vivere occasioni come questa. Se ce ne fosse una ogni settimana ne saremmo felici».

 

Non vuole parlare di arbitri – «Vincerà il migliore, di più non so dirvi. Poi non è detto che il migliore della partita sia il migliore alla fine dell’anno» ma conosce bene lo stato d’animo e le ambizioni del suo gruppo, a cominciare da quelle di Totti: «Totti ha parlato di Roma più forte della Juve? Certo, è per questo che lui è il capitano.»

 

Ci saranno scelte da fare, soprattutto in attacco i giallorossi possono vantare un’abbondanza che è sinonimo di incertezza: Garcia, ovviamente, non scopre le carte, facendo un discorso generale e meno legato ai singoli. «E’ questione di aiutarsi l’un l’altro, della smania che ci prende di festeggiare ogni gol come fossimo alla finale di Coppa del Mondo. Di correre a prendere posto dove dovrebbe esserci qualcun altro, come Strootman che para sulla linea contro il Napoli. Quando alleni una squadra così ti senti tranquillo»

 

Alla domanda sul possibile futuro alla Juventus, il francese glissa: «La risposta giusta è: sono al 100% inserito nel progetto della Roma».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy