Totti: Montella? Mi ha già escluso…

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – Ultimi due giorni di una Roma ormai passata, durata in pratica una sola stagione. L’anno calcistico è finito e i giallorossi, prima del rompete le righe che arriverà domani, hanno deciso di andare a pranzo tutti insieme.

Per salutarsi prima delle vacanze, e per dare l’addio a Luis Enrique, che proprio da ieri è tornato al look di quando era giocatore: capelli cortissimi, testa rasata. Alla scelta del ristorante di Santa Severa, al mare, sulla strada per Civitavecchia, ci ha pensato Francesco Totti. Pranzo, visto che l’estate ormai è alle porte, a base di pesce. Un antipasto, un assaggio di tre tipi di primi piatti e il dolce. E il conto? «Agli americani…» ha scherzato Totti. E’ stato proprio il capitano giallorosso, a parlare della fine dell’avventura di Luis Enrique: «Abbiamo sempre detto che se lui fosse rimasto noi saremmo stati contenti. Mi ha colpito l’umanità e il rapporto che ha sempre avuto con tutti i giocatori. Il mettersi a disposizione di una squadra così importante è una grande dote in un allenatore» . Ennesima dimostrazione, da parte ancora una volta del numero dieci romanista, che il gruppo è riuscito comunque, al di là dei risultati, ad apprezzare Luis Enrique. Che però, continua Totti «ha preso la sua decisione, rispettabilissima, e purtroppo dobbiamo cambiare» .

CAMBIO – Già, la Roma cambia tecnico. Tornando, con una scelta almeno particolare, al passato, a chi c’era già prima che si puntasse sullo spagno: Vincenzo Montella. «Penso che Montella – continua Totti – quando ha allenato per quattro mesi la Roma, abbia già dimostrato di non guardare in faccia a nessuno. Appena arrivato mi ha messo fuori…. Quello che si sente di fare lo farà sicuramente perchè conosco il carattere di Vincenzo ed è proprio un bel carattere» . Apprezzamenti per chi esce, quindi, ma anche per chi entra, o meglio rientra. E per la nuova guida teanica la Roma dovrà mettere mano sulla rosa in maniera piuttosto pesante. Serviranno rinforzi di livello, qualli che qualche giorno fa aveva invocato De Rossi. «Daniele ha chiesto grandi investimenti? – dice ancora Totti – Ma io sono anni che parlo della stessa necessità, solo che mi avete sempre preso per matto…» . Anche Totti quindi, è sulla stessa linea. La Roma, per tornare in alto, avrà bisogno di più di un giocatore importante.

SALUTI Oggi e domani ultimi allenamenti e test a Trigoria. «E poi comincerò a pensare alle vacanze – ha concluso il capitano della Roma – Purtroppo la nostra annata è andata come non si aspettava nessuno. Da luglio ricominceremo una nuova avventura sperando di fare molto meglio» . La stessa speranza che hanno i tifosi della Roma, pronti già a rimettersi al fianco della squadra e del loro vecchio amora Vincenzo Montella. Al pranzo non erano tre gli assenti: Stekelenburg, Kjaer e Borini. La Roma affronta le ultime ore della stagione 2011-2012. Ma la testa di tutti è già proiettata, da qualche tempo, alla prossima, in cui non ci sarà una competizione europea che non macava da quindici anni. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy