Totti è pronto per Di Natale

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) –  La tempesta intitolata a Cassandra, famosa per le profezie a cui non credeva nessuno, ha costretto la Roma a cancellare l’allenamento del pomeriggio ma ha portato a Zeman le garanzie che cercava:Totti ha recuperato, non sente più dolore al ginocchio, si è divertito in partitella provando tutti i suoi colpi (gol incluso). E domani giocherà contro l’Udinese, a cui ha già segnato 15 reti in carriera sul totale di 272, al cospetto del collega Di Natale che viceversa alla Roma ha fatto male 12 volte (nessuna squadra gli ha dato altrettante soddisfazioni). Questo significa che Destro, costretto ancora ad allenarsi con un tutore alla gamba, finirà un’altra volta in panchina. Ma non è una bocciatura. Secondo il programma di gestione delle tre partite in otto giorni, Totti dovrebbe saltare la trasferta di mercoledì prossimo a Parma, dove il freddo può giocare brutti scherzi (…)

ATTACCO SOLITO – Salvo sorprese o inconvenienti nell’allenamento di rifinitura, dunque, l’attacco sarà lo stesso di Genova. Il tridente solito e solido. Magari è anche giusto così visto che Totti, Osvaldo e Lamela hanno segnato tutti e tre a Marassi, rivelandosi decisivi per il ribaltamento del risultato. E’ il loro momento, meglio non toccare nulla.
BALLOTTAGGIO – E’ tutto aperto invece a centrocampo. Florenzi è quasi guarito e ha guadagnato posizioni su Pjanic, che fino a giovedì aveva una maglia assicurata. Il rientro di Totti, in questo senso, favorisce Florenzi, che nelle prime giornate ha trovato un’intesa naturale con il suo capitano sulla sinistra. Ma sempre nell’ottica di distribuzione delle risorse, Zeman potrebbe rilanciare Pjanic. Sul centrosinistra oppure dalla parte opposta, dove c’è Lamela, con De Rossi spostato nel ruolo di interno sinistro. Intoccabile ovviamente Tachtsidis in regia: De Rossi avrà libertà di affiancarlo e sostenerlo come domenica scorsa contro il Genoa,trasformando all’occorrenza il 4-3-3 in 4-2-3-1. 
E DODO’? – L’altro dubbio è in difesa. Zeman ha provato tutta la settimana Dodò tra i titolari ed è tentato di farlo debuttare. Ma soltanto una settimana fa aveva detto di non vederlo pronto ( «E’ al cinquanta per cento. Non scatta, non si gira, non salta» ). Se diamo per buone le sue parole, come è possibile che tre o quattro allenamenti abbiano colmato il gap atletico con il resto della squadra? E allora la soluzione più probabile è che giochi Marquinho terzino sinistro(…)
BALZA RESPIRA – La speranza di giocare di Dodò, più nel secondo tempo che nel primo, è supportata dalla penuria di esterni. Balzaretti e Taddei sono sicuramente fuori per problemi muscolari. E allora chissà. Per fortuna della Roma i rispettivi infortuni non sono gravi: Balzaretti, ieri sottoposto agli esami clinici, ha una lesione di primo grado (soli 5 millimetri) alla coscia destra e dovrebbe essere già a disposizione per la partita di domenica 4 contro i vecchi amici del Palermo. Vista la dinamica dell’infortunio, e il coinvolgimento della gamba opposta rispetto alla lesione riportata a inizio settembre a Milano, i medici di Trigoria temevano uno stop molto più lungo.Invece Balzaretti, se non subentrano complicazioni nei prossimi giorni, dovrebbe saltare soltanto l’Udinese e il Parma. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy