Stek e Osvaldo, i dubbi

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – Con i ventitré portati in Austria, Zeman ha cominciato a fare la Roma. La sua Roma. La sua seconda Roma dopo quella del biennio 1997-1999. E uno dei primi compiti da svolgere era quello di decidere su chi puntare, dopo che l’attuale campagna acquisti aveva già portato in giallorosso dieci nuovi giocatori (11 se si considera il riscatto di Marquinho, 23 in un anno per una vera e propria rivoluzione tecnica). E le scelte, per ora, quando mancano tre settimane al fischio di inizio di Roma-Catania, prima giornata del prossimo campionato, sono state fatte. Ma la situazione per quanto riguarda gli uomini portati quassù a Irdning non è ferma. Anzi: per quanto riguarda due nomi importanti, dichiarati comunque incedibili, qualcosa può accadere. […]

PORTIERE – L’olandese, arrivato a Trigoria un anno fa a fronte di un investimento da circa 6,5 milioni di euro, è ancora al centro delle discussioni. Chi non è convinto appieno delle sue doti tecniche, chi dice che va bene ma dovrebbe essere affiancato da un secondo vero (uno che gli metta più pressione di Lobont), chi infine non capisce come un portiere che ha incontrato i problemi come quelli che ha avuto Stekelenburg con Luis Enrique possa andare bene per Zeman. Riflessioni che sono in corso anche in casa Roma. Con almeno un paio di considerazioni in più, entrambi importanti: il club giallorosso dichiara che «Stekelenburg è incedibile» , e inoltre se fosse venduto andrebbe rimpiazzato con un portiere importante, uno che non disperda quanto di buono fatto finora sul mercato. Sorrentino del Chievo? Potrebbe essere un nome valido. […]
ATTACCANTE – E Osvaldo? Per l’italoargentino il discorso è differente. Perché la sua cessione, innanzitutto, frutterebe almeno 13-14 milioni di euro, o comunque quella è la cifra per la quale la Roma prenderebbe in esame un’eventuale proposta. E poi in attacco la Roma ha già cinque giocatori di buon livello, con la possibilità che da esterni offensivi possano giocare anche Marquinho, Pjanic o addirittura Taddei. Senza contare che a Trigoria c’è sempre il giovane ivoriano Tallo, la cui metà è stata riscattata da poco dal Chievo. Osvaldo poi, ha comunque un buon mercato. In Spagna, dove il Valencia non ha mai smesso di pensare a lui, oppure in Italia, dove Juventus e Inter sono sempre alla ricerca di un attaccante di livello per rinforzare i loro reparti avanzati.
SOSPESI – Osvaldo e Stekelenburg vivono con tranquillità la posizione di coloro che son sospesi. La Roma, se decidesse di cederli, avrebbe poi altri obiettivi, altre pedine da rintracciare sul mercato oltre ai due difensori centrali che cerca ora. […]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy