Lo stadio vincolato alla Roma

Oggi dovrebbe essere il giorno del primo ok per la costruzione dello stadio della Roma

di finconsadmin

Un’altra giornata chiave per lo stadio della Roma, una giornata che rappresenta lo snodo tra la dimensione politica e quella prettamente burocratica e tecnica. Oggi pomeriggio la Giunta – la riunione è fissata per le ore 17 – si riunirà per approvare la delibera sul “pubblico interesse” del progetto presentato dal club giallorosso per la realizzazione del nuovo impianto a Tor di Valle.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Il “pubblico interesse” è il presupposto necessario perché poi l’iter proceda: sarà la conferenza dei servizi a valutare nel dettaglio il progetto della Roma, ad esprimersi sulle varianti al Piano Regolatore necessarie per la realizzazione dell’impianto sportivo, delle strutture ad esso connesse e delle infrastrutture da potenziare o costruire ex novo, come nel caso della nuova stazione della Metro B.

Il nodo proprietà. Il dibattito all’interno della maggioranza nelle ultime 48 ore ha ruotato intorno al nodo della proprietà: il Pd capitolino ha spinto per un “legame di indissolubilità” fra l’AS Roma e il nuovo impianto che nascerà a Tor di Valle, obiettando sul fatto che tecnicamente lo stadio sarà costruito da una holding e che la società giallorossa lo avrà in locazione per 30 anni, a un canone di 2 milioni l’anno. Sul punto ieri è intervenuto il presidente Pallotta, che ha definito la questione una «problematica ridicola» spiegando che la separazione delle due società, la Roma e la holding che costruirà la struttura, «è l’unico modo attraverso il quale si può finanziare un progetto del genere» .

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy