Sì a Totti e Destro insieme

di finconsadmin

Secondo un sondaggio effettuato dal Corriere dello Sport i tifosi della Roma non hanno dubbi: contro il Catania Totti e Destro insieme dal primo minuto. Oltre l’80% vuole che Rudi Garcia conceda ai due giocatori questa chance e a noi quella di vederli in coppia.

 

Mettere insieme Totti e Destro significa, nella rigida logica dell’allenatore, lasciar fuori almeno un uomo che tra i fan riscuote fiducia e spande fascino.

Ora, si può osservare che Borriello da un po’ di tempo ha assunto tutte le caratteristiche di una carta di riserva, preziosa, utile ma da tenere in mano per i momenti di difficoltà; e che a Ljajic da qualche parte si comincia a guardare con scetticismo. Il che è un peccato: giocatori belli a vedersi come lui non se ne trovano, ma gli avversari per qualche motivo non si lasciano incantare facilmente dai suoi movimenti eleganti.

 

Eppure Ljajic resta una risorsa alla quale Garcia non rinuncerà troppo in fretta. Tanto che nella lista delle scelte per la partita di domenica con il Catania lo tiene in posizione ben alta. Dovessimo immaginare oggi l’attacco della Roma, lo descriveremmo così: Ljajic da una parte, Gervinho dall’altra e Totti padre nobile a tenere in mano la bilancia del reparto.

 
In questa visione delle cose, Destro se ne sta a bordo campo ad aspettare che il capitano finisca la benzina. In qualche zona lontana del mondo la chiamano ancora staffetta. Per questa domenica va bene così. Poi ci sarà la pausa festiva e solo il 5 gennaio la gara successiva, che non è una qualsiasi. E’ uno dei derby d’Italia, quello tra la Juventus e la Roma. Siccome Totti e Destro non passeranno gli ultimi giorni di quest’anno e i primi del prossimo pancia all’aria a sbranare pandoro, è lecito supporre che entrambi saranno in piena forma alla ripresa e allora farli giocare insieme da ipotesi di scuola diventa possibilità concreta.

 
Bene. Gervinho non si discute, lo si guarda passare se si riesce a intravvederlo quando viaggia a forte velocità. Destro e Totti nel tridente occuperebbero i due posti rimanenti. Diciamo meglio: Totti e Gervinho, in stretto ordine d’importanza storica, coprono due caselle. Se la terza spetta a Destro il problema diventerebbe: che fine fa Florenzi in questo scenario? Non scompare necessariamente: può giocare in mediana, ma sapete che anche lì c’è pressappoco il tutto esaurito quando De Rossi, Pjanic e Strootman sono abili e arruolati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy