Sabatini: «Zeman alla Roma? Percentuali rilevanti»

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – «Percentuali rilevanti». Sono quelle che il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini attribuisce alla possibilità che Zdenek Zeman sia il prossimo allenatore della Roma.

Ma il club giallorosso sta impiegando troppo tempo per comunicare la propria decisione? No, secondo Sabatini: «Se siamo ad un momento di svolta? E’ un momento come tutti gli altri. Anche altre squadre sono senza allenatore ma la differenza è che la Roma dietro ha una grande società. Ci prenderemo tutto il tempo che serve perché è una scelta che caratterizzerà tutta la stagione». Il rischio è che il prescelto possa sentirsi una soluzione di ripiego: «Sarà quello su cui la Roma avrà puntato, sopra ogni altro, non prendiamo seconde scelte. E decidiamo al di là degli umori della piazza». Comunque per l’annuncio non bisognerà aspettare ancora molto: «Tre, quattro giorni». Senza possibilità di ulteriori sorprese, vero? «C’è ancora qualche residuo per altri allenatori» anche se «con Villas Boas in questi giorni non c’è stato alcun contatto, non è vero che è a Roma». (…)

 

DETTAGLI Sabatini aspetta che i dettagli dell’accordo con Zeman siano tutti al loro posto: «Il progetto è rappresentato sempre dalla società, l’allenatore è transitorio. Se il tecnico ci chiederà un anno di contratto cercheremo di assecondarlo. Comunque è meglio fare contratti quinquennali che annuali, ma è uno scrupolo professionale». Per quanto riguarda la tattica, Sabatini conferma che «Zeman darebbe un segnale di continuità, perchè lavora su un pensiero di calcio comune a quello di Luis Enrique» .

FUTURO Una volta ufficializzata la soluzione dell’enigma, la Roma avrà poco più di un mese per costruire la squadra che affronterà il ritiro di Riscone. E dovrà essere un gruppo molto vicino a quello che affronterà la stagione: «Siamo in ritardo per il mercato? Ma un tecnico può solo ispirare il mercato, a farlo è la società». Infine, il caso delle scommesse: «C’è un rammarico incredibile per i ragazzi che sono caduti in questa vergogna. E’ una cosa molto grave, speriamo siano tutto innocenti, ma non credo sarà così. Devono esserci sanzioni giuste ed appropriate. La Roma nelle coppe? Non lo so, ma non sarà motivo di festeggiamenti, non è questo il percorso che vogliamo fare»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy