Roma, cosa va: si diverte a giocare. E ha Totti

A meno di un mese dall’inizio della stagione, vediamo quali sono i punti di forza della Roma

di finconsadmin

Lo 0-2 contro l’Inter, arrivato in chiusura del tour, ha alterato l’immagine di un viaggio che è stato complessivamente positivo. Le vittorie contro Liverpool e Real Madrid, ma anche tanti momenti della sconfitta contro il Manchester United, dimostrano che la Roma sta navigando nella direzione giusta. Vediamo cosa ha funzionato di più in America.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, ci sono stati dei momenti di sbandamento, è vero, soprattutto in quei famosi dieci minuti contro il Manchester, ma la squadra ha spesso tenuto un atteggiamento maturo in campo: compatta ed equilibrata sul piano tattico, aggressiva e concentrata quanto basta, mai troppo sconclusionata. Così, per esempio, ha saputo reggere l’urto di Bale e Modric nel primo tempo di Dallas, per poi sfruttare la prima occasione disponibile e vincere la partita dopo l’intervallo. In questo senso la personalità e l’abitudine di Keita e di Cole, due ragazzi del 1980 presi a parametro zero, hanno aggiunto molto alla Roma.

Un dato incoraggiante deriva dalle condizioni di Totti, alla ventitreesima stagione nella Roma. Si è presentato al raduno del 15 luglio in perfetto peso forma e ha già sfoggiato alcuni pezzi del suo inesauribile repertorio. Ancora oggi con Totti in campo la Roma è più forte, come dimostrano i numeri delle quattro amichevoli americane. Se Totti continua così, sarà difficile rinunciare a lui anche nelle partite vere. Una bella verità e anche un problema: a 38 anni non sarà possibile vederlo sempre in campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy