Roma, le frecce tricolori

«Gervinho e Iturbe sono due talenti che però non vanno ingabbiati negli schemi. Diciamo non del tutto. Altrimenti se ne può perdere l’estro, l’invenzione istintiva che spesso può essere decisiva in zona gol» ha detto Garcia

di finconsadmin

La Roma di quest’anno  spera di superare tutti a gran velocità a destra e a sinistra. Come evidenzia il Corriere dello Sport dopo l’acquisto di Iturbe c’era l’attesa per vederlo all’opera accanto a Gervinho. L’occasione è arrivata a chiusura del ritiro austriaco, nel test amichevole di Vienna contro il Wiener. La prima è stata a Vienna. Risultato (oltre il 4-1 per la Roma): un gol a testa, un paio di gol mangiati (ma non è una notizia) e un palo dell’ivoriano, un quasi gol (tiro respinto sulla linea) per l’argentino.

 

Si sono alternati sulle fasce iniziando Iturbe a destra e Gervinho a sinistra. Per poi scambiarsi la posizione. In qualche occasione si sono anche cercati ma si vede che devono ancora conoscersi bene, entrare in sintonia.

 

«Gervinho e Iturbe sono due talenti che però non vanno ingabbiati negli schemi. Diciamo non del tutto. Altrimenti se ne può perdere l’estro, l’invenzione istintiva che spesso può essere decisiva in zona gol»ha detto gaia. 

 

Gervinho da una parte e Iturbe dall’altra possono essere davvero gli uomini giusti per lo scudetto. Naturalmente la loro interpretazione del gioco cambia se al centro si troveranno con Totti o con Destro (a Vienna hanno giocato in un improbabile 4-2-3-1 con Borriello punta centrale avanzata).
La Roma gioca abitualmente con il 4-3-3 e con Totti in campo soprattutto Gervinho aspetta meno la palla sui piedi e vola spesso negli spazi senza palla per raccogliere proprio gli assist del capitano.

Scambi stretti a liberare il destro di Totti o il sinistro di Iturbe. Beato Garcia…

 

Con Destro centravanti, invece, Gervinho ed Iturbe sarebbero chiamati più ad affondare sulle fasce e a proporre cross alti o bassi per il bomber ascolano. In particolare, giocando con Destro al centro dell’area, Iturbe potrebbe ritrovare il meccanismo quasi perfetto che ha permesso a Toni e al Verona di segnare gol a grappoli nella passata stagione. Iturbe può anche appoggiarsi su Destro cercandolo centralmente dalla destra e andare lui stesso alla conclusione di sinistro sull’eventuale appoggio di ritorno del centravanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy