Roma, Balzaretti è tuo

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A. Ghiacci) – E così alla fine l’ha spuntata di nuovo la Roma: dopo Destro, anche Balzaretti. L’ormai ex rosanero è il nuovo esterno sinistro di Zeman, un acquisto importante, cercato, fortemente voluto. L’accelerata c’è stata nella giornata di lunedì, quando la società giallorossa ha messo sul piatto 4 milioni di euro: le distanze, tra richiesta e offerta, in quel caso si erano sensibilmente ridotte, tanto che in aggiunta alla volontà del giocatore l’affare era dato quasi per fatto da più parti. Ieri un altro piccolo step, quello che mancava. I dettagli: 4,5 milioni al Palermo, che con i bonus “facili” inseriti nel contratto incasserà oltre 5 milioni di euro. Il giocatore ha accettato un contratto di tre anni per un ingaggio di 1,5 milioni a stagione. La Roma quindi, appena una settimana dopo quello di Destro, batte un altro colpo.

VITTORIA – Un colpo vero, perché portato a termine velocemente, da società che sa quello che vuole. Non solo, perché come è stato per Destro, anche per Balzaretti sono stati battuti i migliori club italiani. Il Napoli, innanzitutto, che per il presidente del palermo Zamparini, domenica scorsa aveva «presentato l’offerta più alta» . Ieri però, il numero uno rosanero aveva fatto sapere dai microfoni di Radio Radio che «la Roma è vicinissima al giocatore» . Bruciate quindi pure Juventus e Milan, anche se negli ultimi giorni gli interessi delle due si erano leggermente affievoliti. Lasciata sul posto anche la Lazio. Il ds giallorosso Sabatini è stato bravo a “sfruttare” il buon rapporto che lo lega a Balzaretti. Il resto lo ha fatto l’esigenza personale del giocatore: i motivi familiari che gli facevano preferire una squadra che non giocasse alcuna competizione europea e che gli permettesse di avere la possibilità di raggiungere facilmante Parigi (dove vive la moglie), hanno inciso sulla scelta. Nulla da fare per il Palermo, che ha tentato invano di rialnciare con un rinnovo biennale da 1,2 milioni a stagione (il massimo del tetto ingaggi rosanero) e un futuro da dirigente.

 

TRATTATIVA – Dal possibile trasferimento, al gradimento di Balzaretti stesso, fino alla soluzione dell’affare: tutto in breve tempo. Anche perché Zeman, non appena gli è stato prospettata la possibilità di avere l’esterno sinistro che ha giocato l’ultimo Europeo con l’Italia di Prandelli, ha detto subito di sì: il tecnico boemo ha anzi invitato i dirigenti a fare presto, tanto da averlo a disposizione quanto prima, per portarlo in Austria e comiciare a inserirlo nel gruppo, negli schemi, nella tenuta atletica necessaria per essere pronto tra meno di un mese per l’avvio del campionato. Ieri pomeriggio sono stati definiti i dettagli durante una riunione a Trigoria. Presenti Sabatini e l’entourage del calciatore. Con il Palermo è andata come aveva anticipato il presidente Zamparini: «Se vogliono Perinetti e Sabatini una soluzione la trovano…» . Sì, l’hanno trovata. Tanto che già oggi l’affare assumerà i crismi dell’ufficialità.

 

FUTURO – Balzaretti quindi, è stato accontentato in quella che era stata la sua manifestazione di gradimento fin da subito: la Roma. Nei prossimi giorni il giocatore si unirà a Zeman e ai nuovi compagni. La Roma in queste ore sta lavorando per accelerare le pratiche, tra viste mediche, contratti e comunicati vari. Domani infatti la comitiva giallorossa si trasferirà in Austria, a Irdning, per il secondo ritiro in montagna dopo quello a Riscone di inizio luglio: a Trigoria vogliono che Balzaretti faccia parte della spedizione. Non sarà facile però, in pratica è una lotta contro il tempo. Nella peggiore delle ipotesi nel fine settimana il mancino raggiungerà il ritiro di Irdning, tra venerdì o domenica al massimo. Dopo che tutte le pratiche sranno state messe a posto. Da ora comunque, è soltanto questione di tempo: perché con Balzaretti la Roma si rinforza in maniera importante, in un ruolo dove non era facile fare un acquisto del genere. Questione di tempo? Sì: quello che servirà a Zeman per costruire un gruppo e una squadra che possano lottare per i primissimi posti del prossimo campionato. Non solo per le posizioni che valgono la Champions, ma anche per quella che vale lo scudetto.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy