Senza respiro per 17 giorni

Garcia dice di pensare solo all’Empoli. Ma è ovvio che nella sua testa ci sono anche le altre 6 partite che la Roma affronterà in 17 giorni

di finconsadmin

Fa bene Garcia a dire che c’è solo l’Empoli e che neanche si ricorda qual è l’avversario di mercoledì in Champions League. Fa bene anche e naturalmente mente sapendo di mentire, a fin di bene ovvio.

D’altronde, come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il suo compito in questa delicata vigilia di seconda di campionato è da vero top trainer: saltare agilmente l’ostacolo Empoli e affrontare nel migliore dei modi la fitta sequenza di gare che vedrà la Roma giocare in media una volta ogni 3 giorni per le prossime sette partite. Tra l’altro in un crescendo rossiniano. Si parte da Empoli e si arriva allo Juventus Stadium il 5 ottobre, subito dopo aver sfidato a domicilio i campioni d’Inghilterra del Manchester City. Tutto d’un fiato, tutto in diciassette giorni, tutto da fare bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy