Primavera, pericolo azzurro

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport) Mancano ventidue giorni. Il conto alla rovescia per la Roma Primavera è già iniziato.

Il 2 giugno prenderanno il via sui campi di gioco di Gubbio e Foligno le finali scudetto, con la squadra di Alberto De Rossi che cercherà di tenersi ben stretto il triangolo tricolore cucito sul petto lo scorso anno. Un’attesa ancora lunga, con la Roma che ha giocato l’ultima gara ufficiale il 21 aprile contro il Gubbio e che, a parte una sgambata non ufficiale a porte rigorosamente chiuse in programma questa mattina a Trigoria contro il Latina, non giocherà sulla distanza dei novanta minuti da qui al 2 giugno.

NAZIONALI – A rendere il percorso di avvicinamento alle finali ancora più insidioso ci penseranno gli impegni della Nazionale Under 19 che dal 23 al 28 maggio sarà impegnata a Cesenatico nella fase d’Elite del campionato Europeo di categoria. Alla chiamata di Alberigo Evani risponderanno ben sette componenti della Primavera giallorossa, che sarà ancora una volta la squadra più rappresentata in azzurro. Un altro risultato di prestigio in un’annata da incorniciare. Al raduno che prenderà il via a Coverciano domani mattina, prenderanno parte Pigliacelli, Barba, Sabelli, Politano, Verre e i rientranti Orchi e Piscitella. Ben sette undicesimi di una ipotetica formazione titolare messa in campo da De Rossi. I sette nazionali torneranno a disposizione del tecnico giallorosso soltanto a quattro giorni dalla partenza della Final Eight dopo aver disputato tre partite (contro Belgio, Spagna e Armenia) in soli cinque giorni. Un piccolo tour de force che servirà a riacquistare il ritmo partita, ma che, si spera, non lasci nessun problema fisico in eredità ai sette azzurrini.

 

ALTRE – Mentre la Primavera prepara le proprie finali scenderanno in campo nel week-end sia gli Allievi che i Giovanissimi Nazionali. I ragazzi classe ‘95 guidati da Sandro Tovalieri affronteranno in trasferta domani pomeriggio (ore 15) la Nocerina. Il testa a testa con il Catania, che i giallorossi hanno superato al secondo posto nell’ultimo turno, non si risolverà domani, perché entrambe le formazioni devono recuperare la nona giornata di ritorno con la Roma che il 20 maggio sarà impegnata contro il Napoli. Visto l’andamento dei tre gironi anche il terzo posto potrebbe essere sufficiente per raggiungere la fase finale del campionato. Per i Giovanissimi di Federico Coppitelli, invece, è già tempo di play-off. I ‘97 giallorossi saranno impegnati domani mattina (ore 11) a Cesena nella gara d’andata dei sedicesimi di finale. (…)

Riccardo Loria/infopress

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy