Paulinho o Sissoko, la Roma va allo sprint

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) – Paulinho, Sissoko, Ocampos e…il Genoa. Continuano su più fronti le manovre di Walter Sabatini, che nel giro di dieci giorni partirà per il Sudamerica a studiare campioni e a chiudere affari già intavolati. Uno di questi è Lucas Ocampos, nuovo talento argentino del River Plate.

BALLOTTAGGIO – Per il rinforzo pesante a centrocampo, i favoriti sono ormai due: Paulinho del Corinthians e Sissoko del Tolosa. Negli ultimi giorni Sabatini ha fatto un giro di telefonate per capire le possibilità di intervento. E si è reso conto che con il Corinthians (che comunque possiede solo il 10 per cento del cartellino, il resto appartiene a un fondo e a una banca brasiliani) non può trattare finché non avrà sistemato la questione Dodò, il terzino sinistro classe ‘92 già bloccato per la prossima stagione: la Roma spera di prenderlo a costo zero, i brasiliani vogliono guadagnare qualcosa in più dell’indennizzo di formazione previsto dalle norme Fifa. Alla fine, la Roma potrebbe pagare Dodò e spendere qualche milione in meno per Paulinho, in un’operazione di poco inferiore ai 10 milioni complessivi. L’alternativa, che ha costi simili, è in Francia e ha il contratto in scadenza nel 2013: Moussa Sissoko, una copia giovane di Vieira, ha già dato il suo assenso al trasferimento. (…)

MAXI SCAMBIO – Con il Genoa, invece, Sabatini tiene aperti diversi canali. Alla Roma piace Destro, che è a metà con il Siena, e in subordine Palacio, mentre Preziosi ha messo gli occhi su Rosi e Greco, per non parlare di Borriello che dovrebbe rientrare a Trigoria dopo un semestre insignificante alla Juve. Qualcosa sull’asse Roma-Genova bolle in pentola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy