Parte la caccia al gol n. 100 in trasferta

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport) Un turno di riposo, che gli fa benissimo. Totti ha saltato la sfida di Coppa Italia contro l’Atalanta, quando si è divertito prima dell’inizio della partita con l’altoparlante dell’Olimpico che suonava “Su di noi” di Pupo: era stato proprio il capitano romanista a scherzare con il direttore generale Franco Baldini inserendo la canzone nella sua playlist preferita per via delle voci identiche del cantante e del dirigente giallorosso. Nella serata di martedì, poi, Totti tramite il suo sito web si era complimentato con l’esordiente Romagnoli e aveva invitato tutti a concentrarsi sulla trasferta di Verona: «Domenica non è poi così lontana…» . E domenica al Bentegodi Totti inseguirà un altro record tra i tanti già stabiliti: se dovesse trovare il settimo gol di questo campionato, per lui sarebbe il numero cento segnato in trasferta con l’unica maglia della sua vita.

 

TRIDENTE – Un turno di riposo, come detto, gli ha fatto bene. Totti ormai si gestisce benissimo e questo gli permette di essere sempre al top della forma. Tanto che in questa stagione è partito a un ritmo di gol quasi uguale al suo migliore, quello della stagione 2006-2007, quando dopo 15 partite era arrivato a 9 reti (oggi è a quota 6). Si piazzerà largo a sinistra come punto di partenza: ma il capitano è ormai abituato a trovare da solo, durante il corso della partita, la posizione migliore da dove poter operare. Perché Totti non è soltanto gol, ma soprattutto è gioco, è movimento, è pressing, è tattica. Ed è, anche, assit: fino a questo momento ha già fornito cinque passaggi decisivi ai compagni.

 

PRESENZE – Oltre ai gol, poi, Totti sta andando fortissimo in termini di continuità. Proprio da sei anni infatti non accadeva che il numero dieci della Roma non avesse saltato una partita dopo quindici turni di campionato. Insieme a Florenzi, più giovane di lui di quindici anni, Totti è stato l’unico giallorosso sempre presente dal via del campionato. Nella classifica di tutti i tempi per le presenze in serie A è undicesimo, a tre lunghezze da Bergomi.

a.ghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy