Pallotta snobba i cinesi e rifinisce lo stadio

di finconsadmin

Secondo quanto riporta oggi il Corriere dello Sport i cinesi guidati da Chen Feng hanno incontrato James Pallotta due volte.L’attuale presidente della Roma, però, ha deciso di lasciare che Unicredit peli le proprie patate. Lui continua a gestire la società giallorossa come se nulla fosse.

 
Il gruppo Hna non si è tirato indietro, tutt’altro, né Unicredit ha deciso di tenersi le sue quote (il 31%) della finanziaria che controlla la Roma. La trattativa potrebbe anche accelerare improvvisamente e chiudersi nelle prossime ore.

Feng e i suoi da un po’ stanno riflettendo sul Pallotta che hanno conosciuto. Si sono resi conto che con il 31% o con il 25% o con quel che sarà non acquisiranno il controllo e con fatica potranno porre limiti all’azione degli uomini di Pallotta. I 30 o 40 milioni che sono quindi chiamati a versare serviranno giusto per una buona operazione d’immagine da sfruttare per altri affari. Oppure saranno solo il primo gradino di una più lunga scalata alla società che dovrebbe passare attraverso una nuova trattativa, questa volta con Pallotta, e un aumento di capitale.

 

 

Pallotta va avanti con le questioni che lo riguardano direttamente. Prima fra tutte quella dello stadio. Nella seconda metà di gennaio è previsto un nuovo passaggio per Roma con annessa visita alla squadra. Mal che vada, la visita potrebbe essere rinviata di un paio di settimane. Perché di qui alla fine del prossimo mese il bostoniano dovrà portare con sé i progetti dettagliati dell’impianto e dare all’amministrazione comunale romana qualcosa di concreto su cui posare occhi e occhiali e discutere.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy