Open Day, che sia una festa

di Redazione, @forzaroma

L’Open Day, come riporta oggi il Corriere dello Sport, non arriva proprio nel momento strategicamente migliore. In pieno calciomercato, con la Roma impegnata a verificare offerte forse irrinunciabili per Lamela, e a reperire un vice-Osvaldo di buona caratura, la presentazione della squadra al pubblico, peraltro non in una partita ma in un semplice allenamento, viene un po’ svuotata di significati.
In realtà ci sarebbe un patto da riallacciare con i tifosi, ancora arrabbiati e delusi per il tremendo finale di stagione. Ma sembra che i tifosi in realtà siano abbastanza stanchi di promesse e dichiarazioni d’intenti, sia pure di tutto rispetto.

 

 L’ingresso naturalmente sarà gratuito e saranno aperti i settori della Tribuna Tevere di Curva e Distinti Sud. I cancelli dell’Olimpico saranno invece aperti a partire dalle 17. Alle 17,45 la presentazione della squadra ai tifosi (kermesse all’americana con i protagonisti della Roma chiamati singolarmente uno per uno). Dalle 18,15 invece, la Roma si allenerà regolarmente sul manto erboso dell’Olimpico dove esordirà in campionato alla seconda giornata (quella della Curva Sud squalificata) alle 18 contro il Verona. L’allenamento dei giallorossi si chiuderà alle 19,30.

 

La Roma ha in serbo più di una sorpresa per incentivare i tifosi ad accorrere allo stadio.  E poi un buon numero di tifosi sarà premiato a sorpresa con incontri molto ravvicinati con i giocatori stessi.

Capitolo abbonamenti, la Roma potrebbe tagliare proprio oggi il traguardo delle ventimila tessere. Una cifra impensabile nei giorni seguenti il 26 maggio quando, coraggiosamente, la Roma decise di riaprire subito la campagna abbonamenti. Nonostante tutto la Curva Sud è in via di esaurimento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy