Mistero Destro: quando torna?

di finconsadmin

Senza l’aiuto della televisione, si riesce comunque a capire che Destro sta a Brescia a rimettersi dall’operazione al ginocchio, sotto la tutela del fisioterapista Valerio Flammini. Esercizi di rieducazione, bagni termali e la paura dovrebbe passare. Solo che non si sa quando. Alla Roma si esibiscono in facce serene. Come ci comunica il quotidiano corrieredellosport, al ginocchio sinistro di Destro, operato il 26 gennaio scorso in artroscopia per lesione del menisco, in sintesi accade di gonfiarsi, sgonfiarsi e rigonfiarsi di nuovo, in un malinconico ciclo di ricadute. Lo spiega bene il professor Andrea Ferretti nel suo libro “Traumatologia dello Sport” (Casa Editrice Scientifica Internazionale): il gonfiore articolare, idrartro in linguaggio tecnico, recidivante è una complicazione piuttosto comune dopo un’operazione del genere. Recidivante significa che per quante terapie accurate si portino avanti  il disturbo torna a ripresentarsi ogni volta che l’atleta sottopone a sforzo il ginocchio operato. E l’unica cura efficace, riporta ancora il professor Ferretti, consiste nel riposo e nella ripresa graduale dell’attività agonistica. Quindi è esclusa un’operazione è la guarigione non è in dubbio. La cattiva notizia è che si sta parecchio fuori gioco: da sei a dodici mesi. Dall’operazione i dodici mesi scadrebbero alla fine di gennaio. Dagli umori della Roma non sembra che Destro sia destinato a stare fuori tanto a lungo. Un paio di giornate di campionato sì che potrebbe saltarle, rientrando magari dopo la prima sosta per la Nazionale, diciamo a settembre. 

 

In questa situazione c’è l’idea balzana di cedere Osvaldo. Il Wolfsburg ha offerto i 20 milioni, 2,8 d’ingaggio annuale al giocatore e contratto di quattro anni. Il senso di cedere una prima punta con i controfiocchi e poi spendere soldi per una mezza e tranquilla figura pur dopo molte spiegazioni continua a sfuggirci. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy