Mezza Roma per la Champions

di finconsadmin

Si fa presto a dire che è una partita morbida o addirittura superflua. Contro l’Atalanta la Roma può mettere un solco definitivo tra sé e il Napoli e quindi conquistare già la Champions League diretta,  se vince e il Napoli perde è sicura al cento per cento e terrebbe in piedi per altri due giorni l’illusione del -5 dalla Juventus, sperando che poi lunedì l’Udinese riesca ad arrestare gli inarrestabili.

 

Non mancano gli stimoli, insomma. Il problema di Rudi Garcia è che mancano i giocatori. Strootman piange ancora per il dolore al ginocchio, Benatia si è stirato a Cagliari mentre Destro, Pjanic e Florenzi sono squalificati. Per fortuna almeno dovrebbe tornare lui, Francesco Totti.

 

E’ però da decidere chi lo accompagnerà in attacco. Ok, a parte Gervinho che è fuori concorso perché gioca sempre e comunque. Garcia deve decidere intanto il modulo di partenza, tra il 4-3-3 e il 4-2-3-1, e poi fissare le caselle degli interpreti. In pratica, in tre si giocano due maglie: Taddei, Bastos e Ljajic.

 

Con il 4-2-3-1, sarebbe scontata la rinuncia a Taddei: De Rossi e Nainggolan comporrebbero la cerniera mediana; il tridente dei trequartisti dietro a Totti sarebbe formato da Gervinho, Ljajic e Bastos. Se invece Garcia insistesse sul 4-3-3, sarebbe ballottaggio tra Ljajic e Bastos per l’undicesima maglia.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy